L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 3 marzo 2010

Biscotti allo Zafferano

Prima di postarvi il procedimento di questi biscottini, vi darò una piccola delucidazione gastronomica sulla cucina del "regno dell'occidente" alias Marocco...

La cucina Marocchina ha come base la cuina dei nomadi, con influenze francesi ed arabe, troveremo quindi molto spesso carne di pecora, contorni di verdure e frutta secca.
I piatti del Maghreb sono molto ricchi, a volte agrodolci, è possibile infatti, che un unico piatto sia composto da cane, frutta e verdura.
Il piatto più conosciuto, e la cui preparazione ormai è diffusissima anche qua da noi in Italia, è il cous cous, ma la cucina Marocchina dispone di una varietà molto ampia di pietanze caratteristiche, come le brochette, di cui ho già postato la ricetta in precedenza, è un usanza tipica infati fare brochette di tutti i tipi, che poi non sono altro che spiedini di carne, pesce, verdura, frutta, molte volte mischiati assieme.
I dolci Marocchini sono caratterizzati dall'uso di frutta secca, dai datteri e da dolcificanti come il miele, molto ricchi di sostanza, io sto per darvi la ricetta dei biscotti allo zafferano, ma il maghreb ha moltissime varietà di biscotti, come le caratteristiche "corna di gazzella" ripiene di mandorle e nocciole e addolcite col miele, o i ghouribas dolcetti alle mandorle e cannella, è già proprio cannella; cannella, zenzero, zafferano...
Ci troviamo davanti ad una cucina che con lo scorrere degli anni è entrata in contatto con culture diverse, che hanno lasciato la loro impronta, e le spezie sono immancabili.
Ovviamente non posso non parlarvi del tè, il tè Marocchino alla Menta, preparato con una sorta di cerimonia e servito in quei graziosi bicchierini di vetro colorato che io adoro, ma per parlare del tè, ci sarà tempo, ho lavorato in una teeria, ne avrei da cose da dire sul tè...
Lo zafferano è molto utilizzato dal popolo arabo, pensate che per bere il tè utilizzano degli zuccherini aromatizzati allo zafferano che si mettono sotto la lingua e si sciolgono lentamente.


80 gr di burro morbido
40 gr di zucchero
1 tuorlo
3 cucchiai di latte
1/2 bustina di zafferano
25 gr di mandorle in polevere
150 gr di farina

Sciogliete la mezza bustina di zafferano in 2 cucchiai di latte, lavorate a crema il burro con lo zucchero, aggiungete il tuorlo, i 2 cucchiai di latte, unite la farina, le madorle in polvere ed impastate per bene.
Date la forma, disponete sulla teglia, spennellate con il latte rimasto, infornate a 160° per 15 minuti.



Solo per veri amanti dello zafferano ;)

4 commenti:

  1. bellissimi i biscottini!!!
    molto bello il tuo post, ricco di notizie interessanti!!!
    hai lavorato in una teeria!!!che bello!!non vedo l'ora di leggere la tua esperienza!!
    adoro il tè marocchino!!! il rito per prepararlo è così emozionante! quei gesti e poi il profumo della menta che invade la stanza...!!!
    segno i tuoi biscotti per gustarli con il prossimo tè alla menta!

    RispondiElimina
  2. Se ti piace lo zafferano sono ottimi!!
    Sono color del sole, profumati, croccanti e lasciano un retrogusto di zafferano, ma per il tè, i biscotti migliori secondo me sono dei biscottini senegalesi che si chiamano xeru di tuba, semplicissimi da fare e molto "burrosi" appena posso metto la ricetta, così se ti interessa la provi ^^

    RispondiElimina
  3. grazie per il consiglio!!!! aspetto la tua ricetta!!

    RispondiElimina
  4. na che belli!! complimenti!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails