L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 17 gennaio 2013

Gelato di castagne, sablé al cioccolato, crema di cachi, tartufo.

Buongiorno mondo!
Oggi il sole splende, e fa un freddo cane!
Le previsioni hanno dato neve nella mia zona in serata, cosa che, guardando questo sole, nonostante i 4°, stento a credere, in casa, si sta bene, anche perchè, in queste giornate fredde, amo accendere il forno, e così, sono alla ricerca di nuovi abbinamenti, sto sperimentando nuove ricette, in particolare ne ho già in mente un paio che sono un'pò agrodolci, sul filone delle carote glassate al balsamico che vi ho proposto qualche giorno fa, e che ho adorato....
Ieri, invece, vi ho parlato dei prodotti di Mariangela Prunotto, questa mattina, la ricetta che sto sperimentando è a base di miele, e sto usando proprio il suo!
Quel meraviglioso miele di castagno, che tanto adoro, color ambra scura, puro nettare degli Dei!
Ma la ricetta che vi propongo oggi, non è mia, bensì dello chef Antonio Cannavacciuolo, la sua cucina viene definita curiosa ed interessante, ed in effetti, per me questa ricetta interessante lo era, e parecchio, perchè a parer mio, il tartufo sta su tutto (stava, perchè secondo me su qualche cosa il tartufo proprio non ci sta), abbandonata l'idea di provare a fare il gelato al tartufo bianco, perchè di bianchi proprio non ne abbiam trovati ( e l'unico che abbiam preso che lo siamo consumato con i tagliolini), ho deciso di provare questa ricetta.
Senza dubbio una ricetta interessante, il gelato di castagne si abbina perfettamente alla crema di cachi, ed il sablè al cioccolato ci stava d'incanto, e sarà che il tartufo stia su tutto, ma io comunque preferisco infilarlo in una bruschetta al formaggio, o in un bel piatto di tagliolini, sarà che non sono una grande amante del dolce, che ne so, comunque, con o senza tartufo, questa è una ricetta davvero interessante, ora, io dello chef Antonio Cannavaciolo ho solo il nome della ricetta, e non dosi e procedimento, così, me la sono inventata da capo a piedi, ed ho utilizzato la confettura di marroni di Mariangela Prunotto per fare il gelato, senza dubbio una garanzia!

Gelato di castagne, sablé al cioccolato, crema di cachi, tartufo.
By Antonio Cannavacciuolo





Per il sablè al cioccolato

 300 gr di farina
75 gr di fecola

120 gr di zucchero a velo

250 gr di burro morbido

1 albume

25 gr di cacao amaro


Mescolate le polveri, unite il burro e l'albume, impastate bene e fate riposare per un ora in frigo. Trascorso il tempo stendete l'imapsto e ricavatane dei cerchi spessi 1 cm, che adagerete sulla teglia ricoperta di carta forno e farete cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti.
Fate raffreddare e tenete da parte

Per il gelato di castagne 


2 tuorli
1 albume
100 g di zucchero semolato 

350 ml di latte intero 
200 ml di panna fresca
75 g di crema di marroni Mariangela Prunotto 

Sbattete tuorli ed albume con lo zucchero, unite il latte tiepido a filo, unite anche la confettura di marroni e mescolate, trasferite sul fuoco a fiamma dolce, e fate addensare leggermente, intanto montate la panna.
Unite il composto di uova intipeidito alla panna montata, mescoland con una spatola.
Trasferite nella gelatiera, oppure mettete in congelatore per 40 minuto mescolando di tanto in tanto.

Crema di Cachi


I Cachi non hanno bisogno, a mio parere di essere zuccherati, e quindi ho preso 2 cachi, li ho spellati, frullati e passati.
La purea ottenuta è stata la mia crema, perfettamente dolce senza bisogno di aggiunte di zucchero.

Componiamo il piatto

 Sul fondo del piatto disponete uno specchio di crema di cachi, sulla quale andrete ad adagiare il sablè.
Infine disponete una quenelle di gelato, guarnite con una fogliolina di menta, ed a questo punto unite le scaglie di tartufo nero.

2 commenti:

  1. una ricetta davvero interessante!bravissima:)

    RispondiElimina
  2. Hai fatto benissimo a provarla perché dev'essere stupenda! :)
    Un abbraccio

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails