L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

martedì 17 novembre 2009

Tonno di coniglio

Ho sempre pensato che il nome "tonno di coniglio" sia strano per un piatto a base di carne, ma è molto buono, e non è così difficle da preparare, apparte la "luuunga" attesa dei 3 giorni di riposo...
Prima di tutto: perchè viene chiamato "tonno di coniglio"?
Che volendo potrebbe essere anche tonno di pollo.....
Perchè il procedimento impiegato per cucinarlo, lo rende morbido come il tonno in scatola, e questo non vuol dire che si taglia con un grissino, anche se, in verità io non sono mai riuscita a tagliarlo 'sto benedetto tonno in scatola con un grissino...

Ingredienti
1 kg di carne di coniglio
2 carote
1 cipolla
1 gambo di sedano
olio
aglio
pepe in grani
sale


Preparate un brodo con le carote, la cipolla il sedano ed il sale, e fatevi cuocere la carne di coniglio, quando è bella tenera scolatela bene, fatela a straccetti eliminando eventuali ossicini, salatela.
In un barattolo alternate uno strato di straccetti di carne ad uno di pepe in grani e pezzetti d'aglio, così via fino a riempirlo, ricoprite il tutto con l'olio, e mettete a riposare almeno 2 giorni, massimo 3, nel frigorifero.

1 commento:

  1. In realtà "il tagliare il tonno con un grissino" sarebbe indice di pessima qualità del tonno conservato.
    Ricetta interessante

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails