L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

sabato 14 novembre 2009

Spaghetti al nero di seppia con spuma di pistacchi di Bronte e gamberi grigliati



Il prodotto DOP che ho scelto erano i Pistacchi di Bronte, conosciuti in tutto il mondo, un prodotto con una storia, tutta italiana, anche se all'inizio furono gli arabi ad aiutarne la diffusione, il suo nome è onomatopeico, molti affermano che "pish tack" sia il suono che producono aprendosi.
Definito afrodisiaco da Aristotele, citato nella Bibb
ia, la pianta del pistacchio può vivere fino a 300 anni ed arrivare fino a quasi 12 metri di splendore...
Usati da pasticceri, gelatai, e chef, i pistacchi di Bronte, che si sono guadagnati il marchio "DOP" crescono alle pendici dell'Etna, tra le rocce vulcaniche e sotto il sole splendente della nostra bellissima Italia.


Ingredienti:


Per 2 persone
  • 200gr di spaghetti
  • una bustina di nero di seppia
  • 100 gr di pistacchi di bronte sgusciati
  • 500 gr di gamberi freschissimi
  • 20 gr di pecorino sardo stagionato o parmigiano reggiano (DOP)
  • 20 foglie di basilico fresco
  • un cucchiaio di succo di limone
  • 2 pomodori rossi
  • un cucchiaio di lecitina di soia
  • sale
  • pepe
  • acqua
  • olio d'oliva
  • olio alla vaniglia (facoltativo)


Procedimento:

Cuocere in abbondante acqua salata gli spaghetti.
Intanto lavate bene i pomodori e tagliateli a cubetti, conditeli con un pizzico si sale ed olio, lasciate a macerare, dovranno poi essere
aggiunti alla nostra pasta.
Tritate pochi pistacchi e metteteli da parte, serviranno poi per decorare il piatto.
Preparate un pesto tritando bene i pistacchi rimanenti, il pecorino, il basilico e 10 gamberi crudi precedentemente sgusciati, fino ad ottenere un composto omogeneo.
Allungate il pesto con l'olio, il succo
di limone, ed aggiustate di sale.
Prendete qualche cucchiaio dall'acqua di cottura della pasta ed in una tazza mescolatelo bene con la lecitina di soia.
Prendete il pesto di pistacchi, mettetelo in un recipiente alto e stretto, aggiungete l'acqua con la lecitina e frullate con un mixer ad
immersione, otterrete così una spuma.
Grigliate i gamberi rimasti, a piacere irrorateli con olio alla vaniglia.
Scolate la pasta al dente, mettetela in padella e spadellatela con un filo d'olio, il nero di seppia e i cubetti di pomodori.

Adagiate nei piatti uno specchio di spuma di pistacchi, sopra la pasta,ed i gamberi grigliati.
Spolverate con i pistacchi che avete tenuto da parte e servite subito.

Con questa ricetta partecipo al contest certificato DOP
sponsorizzato da

La compagnia del cavatappi


6 commenti:

  1. che piatto invitante! davvero ricco e gustoso!

    RispondiElimina
  2. eccoci! felice che tu ce l'abbia fatta...e benvenuta! se questo è il tuo primo contest...meno male che senno' per noi non ce n'è più! sei molto brava!

    RispondiElimina
  3. ^^ è SI, è IL MIO PRIMO VERO CONTEST, E SOMO FELICISSIMA!!!!!!

    RispondiElimina
  4. ehehe dovresti proprio mettere un link a www.lacomapgniadelcavatappi.it..sai lo sponsor:D

    RispondiElimina
  5. scusa mi pareva di averlo messo,ma ho sbagliato,rimedio subitissimo!!! grazie x avermi avvisato^^

    RispondiElimina
  6. Grande shami, chissà che figurone al contest! poi però ricordati che devi farmelo assaggiare

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails