L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

lunedì 2 agosto 2010

Capesante in tempura al nero di seppia

2 Agosto...
Caspita siamo gia ad agosto, come vola il tempo!!!!
Tra 2 giorni esatti la mia piccola Keira compirà 3 anni...
Tralasciamo il fatto che l'estate non mi fa usare i fornelli ed il forno quanto vorrei, ed il caldo torrido di questi ultimi periodi ha contribuito a farmi creare qualcosa di veloce per ogni pasto, ovviamente sempre sfizioso, ma che fare se una sera ci ritroviamo a dover cucinare per un'amica che gentilmente ci ha invitate a casa sua?
Conosco Veronica da una vita ormai, ed è una delle migliori amiche che si possono incontrare in una vita intera, una vera fortuna.
Molto spesso ci ritroviamo a fare delle cene a casa sua, così le nostre figlie giocano insieme e noi spillacchieriamo si film, di shopping e di sex and the city, cose da ragazze insomma...
Di solito ordiniamo cinese, ma a Veronica piace tantissimo il pesce ed i crostacei, così, tra i miei soliti giri di shopping culinario, mi sono ritrovata sotto mano un bel granchio da mezzo kilo e una confezione di capesante che non finiva più, ho preso tutto pensando a lei.
Il risultato è stata una cena che era una delizia, ma iniziamo con quello che doveva essere l'aperitivo:


Capesante in tempura al nero di seppia


500 gr di capesante sgusciate e pulite
1bustina di nero di seppia
acqua frizzante fredda di frigorifero q.b
farina q.b
sale
limone
olio per friggere
pepe bianco

In un piatto stemperate il nero di seppia in poca acqua, unite la farina e un pizzico di sale.
Mescolate bene fino a formare una pastella liscia ma abbastanza densa.
Passate le capesante sotto l'acqua corrente ed asciugatele bene tamponandole con un panno o con della carta.
Scaldate l'olio in padella.
Passate le capesante nella pastella e tuffatele nell'olio bollente, aspettate qualche minuto e scolatele.
Servitele con degli stuzzicadenti, dopo averle spolverate con del pepe bianco appena macinato, un pizzico di sale, succo di limone e scorzette di limone per guarnire.

5 commenti:

  1. Amoreeeeeeeeeeeeeee!!!!!!
    Ma come sei dolceeee!!!!!!
    Ogni volta mi fai commuovere, mannaggia a te!!!
    Anche io sono felice di conoscerti, sei una delle POCHE persone di cui mi fido ciecamente, che sò che non mi tradiranno MAI!!!
    Bimba ti voglio un mondo di bene....e se mi cucini queste cosine deliziose....te ne voglio ancora di più!!!
    AHHAhaahaha!!
    Bella la Gattaaaaaaaaaaaaaa!!!! :-****

    RispondiElimina
  2. pensa che qualche giorno fa ho postato "tagliata di capesante con tempura di verdure", sara' una coincidenza o una affinita' di pensiero? bella ricetta , devo solo sapere che fine ha fatto il granchio. ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  3. @ Veronica: Anch'io ti voglio un mondo di bene!!!!
    E riguardo a queste cose te le cucinerò a vita!!!!

    @Flavio: ma veramente???
    Tagliata di capesante...
    Già mi vien voglia di assaggiarla!!!
    Sicuramente affinità di pensiero, magari perchè entrambi amiamo la buona cucina XD
    Voglio andare subito a vederla!!!

    RispondiElimina
  4. Ma io dove ero in Agosto? o forse non ti conoscevo ancora e mannaggia che non si ha mai il tempo di ripassare tutte le pagine, ma ora vedro' di farlo. Che meraviglia questa tempura nera, assolutamente da fare quando vado in italia. Bacione.

    RispondiElimina
  5. Adoro la tempura nera, da servire per forza con una spolverata di pepe bianco e limone, e questa tempura di capesante poi...
    Croccanti e saporitissime fuori, quasi dolci e scioglievoli dentro, una delizia!!!
    Dammi retta, falle appena ti capita!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails