L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 2 gennaio 2014

Cantuccini Wakame Express alle Acciughe

E' dal 2013 che non esco di casa, letteralmente...
Bhè, direte voi, il 2013 è finito giusto due giorni fa, e su questo vi do ragione, anche se a me questi 2 giorni mi sono sembrati un'eternità...
In realtà poi è dal 30 dicembre che non esco di casa, da quando mi stavo preparando per andare in vacanza all'Elba, giusto per fare qualcosa di diverso, per l'ultimo dell'anno, con il mio fidanzato, ma poi, eccola li in agguato, che mi prende e mi costringe a letto....
Ho preso freddo, evidentemente, oppure è merito del malocchio, e visto quanto sono stata male ed il periodo in cui mi sono sentita male, opterei più per la seconda opzione...
Niente grandi festeggiamenti per me questo ultimo dell'anno, tanto per chiudere in bellezza quei 365 giorni orribili che dell'anno appena passato...
Febbre, raffreddore e bronchite mi hanno tenuta a letto, costringendomi a guardare l'anno che passava con il naso spiccicato sul vetro freddo della finestra.
Poco male, bhè si, lo dico adesso che, finalmente, dopo giorni di agonia, riesco a respirare, a dormire e perfino a stare al pc, wow, miracolo!
Forse è perchè mi piace più crivere che parlare, che non sento tanto la mancanza della voce, ma non c'è neanche niente di nuovo da dire, a parte forse: chi di voi ha visto il discorso di fine anno di Napolitano?

Non mi addentro mai in ambiti politici in questo blog, ma giusto per capire, i tg hanno due opinioni a riguardo, ovviamente e ridicolmente discordanti tra di loro, ovvero, secondo la metà dei tg, il discorso ha fatto il boom degli ascolti, qualcosa come il 12% in più dal 2012, secondo la metà restante, gli Italiani hanno preferito cambiare canale e guardare Fantozzi, trasmesso in quel momento su un altro canale.

A sentire le persone che conosco io, Fantozzi è stato il più gettonato, ed anche io mi sono divertita parecchio a vederlo mentre si fingeva pompiere intrufolandosi in un appartamento cercando di riprendere quella che credeva la sua macchina da scrivere, ma voi?
Voi che avete fatto?

Ad ogni modo, per iniziare alla grande il nuovo anno, ho deciso di provare a fare una ricetta che mi ha fatto conoscere la grandissima Cristina Galliti: cantuccini salati alle acciughe.

Tutto è nato mentre stavamo organizzando una cena, Cristina ha proposto i suo cantuccini alle acciughe, e siccome io ultimamente sono, come si dice dalle mie parti: "suonata come le campane di S.Giusto", ho capito fischi per fiaschi, e, non chiedetemi come, ho recepito, invece di "cantuccini alle acciughe", "cantuccini alle alghe".

Poi è arrivato il momento della cena, e finalmente li ho assaggiati questi fantastici cantuccini di Cristina, hmmmm, mammamiaaaa!
Uno tira l'altro, impossibile non rifarli a casa!

Ma siccome io le alghe le infilerei pure nella tazza della colazione, e siccome certe idee che mi passano per la testa io le prendo letteralmente alla lettera, ecco che ho infilato le alghe in questa ricetta, ma giusto per prendere alla lettera le mie folli idee, le alghe le ho infilate prima nella caffettiera...
Cosa sa ho ottenuto?
Un espresso di alghe naturalmente!

Cantuccini Wakame Express alle Acciughe


Wakame Express

2 cucchiai di Wakame secche reidratate in acqua fredda
2 cucchiai di wakame secche tritate

Unite le wakame nel filtro della caffettiera e...
Fate il caffè!
Sentirete che profumo di mare, vi basterà chiudere gli occhi ed immaginerete di essere sulla spiaggia, con i piedi infilati spttp òa sabbia, mentre ascoltate il rumore delle onde ed il vento vi scompiglia i capelli.


Impasto cantuccini


70 gr di farina bianca
30 gr di amido di riso
1 uovo intero
30 ml di olio extra vergine d'oliva
10 gr di capperi sotto sale
20 g di pistacchi
6 filetti di acciughe tritati grossolanamente
3 acciughe ridotte in purea
5 gr  di lievito istantaneo salato
35 ml di espresso alle alghe wakame
1 pizzico di peperoncino in polvere
1 presa di sale alle alghe
1 cucchiaio di malto di riso




Preriscaldate il forno a 180°.
Unite la farina, l'amido ed il sale, quindi il lievito istantaneo ( che richiede l'aggiunta di un cucchiaio di zucchero, che io sostituisco con un cucchiaio di malto di riso), unite quindi i pistacchi, le acciughe, i capperi, il peperoncino e via tutti gli altri ingredienti.
Impastate velocemente, fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Formate due filoncini, e trasferiteli in friorifero a riposare per una decina di minuti, affinchè mantengano la forma in cottura.
Infornate quindi per 15 minuti in forno già caldo, quindi tagliate i vostri cantuccini, ed infornate nuovamente per 10 minuti.







I vostri cantuccini sono prontssimi!
Potete servirli come crostini per accompagnare zuppe di mare, oppure spalmateli con un velo di burro, una delizia!

3 commenti:

  1. Io non mi sono neanche ricordata del discorso di Napolitano. Avevo addirittura il televisore spento... ma ti assicuro che se anche mi fossi ricordata avrei optato sicuramente per Fantozzi. Vuoi mettere... non c'è paragone... o forse sì... il che è ancora più svilente... :-)
    Mi dispiace che non sei stata bene, ma in questo modo è stato sicuramente ancora più bello sbarazzarsi di questo "maledetto" 2013. Speriamo che il 2014 sia meglio... e soprattutto speriamo che non sia vero il detto che "al peggio non c'è mai fine...".
    Cantuccini salati, ma che bella idea!! Per me toscana patita del cantuccino è davvero una bella e intrigante scoperta!

    RispondiElimina
  2. Quando due cervelli fini come il tuo e quello della Cri non può che nascere un'idea speciale!!!!
    ...e poi lo sai che ultimamente ho un feeling estremo con la caffettiera:)))
    Sai che potresti fare??? Spalmarli con burro d'alghe, è strepitoso, lo fai direttamente con la pasta d'alghe, spinge il sapore in maniera sorprendente!!!

    Bacioni e fatti coccolare:)))

    RispondiElimina
  3. alghe e acciughe non possono che andare d'accordo, ricetta approvata, ora però la voglio anche assaggiare :-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails