L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

lunedì 20 gennaio 2014

Tartufini al Castagnaccio

A volte mi sveglio con una grande voglia di rivisitare un classico, altre volte, come in questi giorni ad esempio, ho le idee confuse, come se nella mia mente ci fossero circa 10 ricette che turbinano tutte insieme, scomposte come tanti pezzettini di un puzzle ancora da costruire, si mescolano tra loro, a volte qualche pezzetto si perde, ma poi, quando la speranza è ormai perduta, trovo il pezzo mancante e piano piano riordino le idee.
Questa ricetta però, è nata dalla voglia di fare una ricetta che è un classico della tradizione dalle mie parti: il castagnaccio.
Ve lo avevo già proposto in chiave destrutturata, ed oggi, vo lo propongo in una mia nuova personalissima invenzione, un tartufino al castagnaccio!

Tartufini al Castagnaccio


150 g di cioccolato fondente 70%50 g di cioccolato al latte
200 ml di panna fresca
30 g di pinoli
1 rametto di rosmarino
2 cucchiai di olio Roi extra vergine di oliva  Monocultivar Taggiasca
100 g di purea di castagne*


In un pentolino unite panna e rosmarino, portate ad ebollizione, quindi togliete dal fuoco, coprite e lasciate in infusione per 30 minuti.
Fate fondere il cioccolato nel microonde.
Una volta fusa unite i pinoli e l'olio, mescolate per bene ed unite la purea di castagne, a piacere potete aggiungere uvetta precedentemente ammollata e tritata molto finemente.
Riscaldate la panna, filtratela ed unitela al cioccolato, mescolate bene.
Fate raffreddare completamente quindi trasferite in frigorifero per circa 3 ore.
Una volta trascorse le 3 ore ricavate i tartufinie rotolateli nel cacao.

Il consiglio: Tirate fuori dal frigo i tartufini almeno 15 minuti prima di servire.


* Per la purea di castagne:
Avete tre modi per ottenerla.
Il Primo: comprare le castagne, inciderle, bollirle, aprirle e passare la polpa.
Il Secondo: comprare le castagne già sbucciate e lessate, in questo caso vi basterà passarle.
Il Terzo: utilizzate un'ottima confettura di castagne, io utilizzo la confettura di Marroni Mariangela Prunotto, che è davvero deliziosa!


4 commenti:

  1. Ma sai che questa è una figata!!! brava davvero, un bel modo per svecchiare il solito castagnaccio :)

    RispondiElimina
  2. Sono d'accordo con le parole di Araba!! sei davvero geniale talvolta, carissima.
    un abbraccio enorme!

    RispondiElimina
  3. che spettacolo, adoro le tue rivisitazioni di castagnaccio!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails