L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

martedì 24 aprile 2012

La ricetta del Cuore

Non sarà bella, e non è neanche buona come quella che mi faceva mia nonna, però, questa è quella che io potrei definire una "ricetta del cuore" perchè nel cuore per una ragione o per l'altra ci è entrata, e da li non è uscita più.
E' una ricetta che mi preparava mia nonna,e riesco ancora a sentirne il sapore perfettamente, è una di quelle ricette che non riuscirò mai ad eguagliare, una di quelle ricette che alla prima cucchiaiata ti fanno sentire coccolato, ed alla seconda, riescono a portarti indietro nel tempo...
In verità poi è molto simile alla pappa al pomodoro, una versione "in bianco", e la ricetta originale, quella che seguiva mia nonna, non so se esisteva già, se fu inventata per necessità, non se neanche se, quella che oggi seguo io, sia realmente la ricetta che seguiva mia nonna...
Allora perchè ve la sto proponendo?
Si direbbe che io non sappia quasi niente di questa ricetta, e tutti sappiamo bene che uno scrittore che si rispetti non scrive di ciò che non conosce, ed allora, perchè?
Perchè l'ultima volta che ho avuto il piacere di assaggiare questa "pappa al pomodoro in bianco" avrò avuto si e no 8 anni, ed ora ne ho 24, fate voi, ne è passato di tempo, ma giuro sembra ieri, ed ho provato a ricreare lo stesso identico sapore, non ci sono andata tanto lontana, ma si sa, la cucina delle nonne è inimitabile più della cucina di un ristorante stellato, e quindi...
Ho tentato di ricreare la magia, quella che, chiudendo gli occhi, mi avrebbe portata indietro nel tempo, dove avrei accarezzato la tovaglia marrone sul grande tavolo rotondo, dove avrei riascoltato i pettirossi che cinguettano in giardino tra le pozze d'acqua, dove avrei risentito quel profumo di fresco e quella sensazione di incanto...

Pappa al pomodoro in Bianco


1 pezzo di pane raffermo
brodo vegetale q.b
latte fresco
1 cipolla bianca
sale
parmigiano

Per prima cosa si affetta la cipolla, qundi la si fa cuocere a fuoco basso nel latte.
Mi raccomando, non dovrà uocere troppo, dovrà comunque essere consistente.
Intanto si mette il pane tagliato a tocchetti, a mollo nel brodo, e si porta ad ebollizione.
Quando il pane sarà sfatto, ed il brodo quasi completamente assorbito (tenete conto che il brodo dovrà solo ricoprire il pane raffermo inizialmente, non dovrà essere tantissimo!), un'pò lo stesso procedimento per ottenere il pancotto, unite abbondante parmigiano grattugiato, le cipolle scolate per bene dal latte, salate e servite, sia caldo che freddo.


Non a caso vi posto questa ricetta, oggi, ho ricevuto da Gaia di "Pane e acqua di rose" questo premio, e ci tengo a ringraziarla molto,sono davvero contenta che abbia pensato a me.



Le regole sono poche, ovviamente scrivere chi ti ha dato il premio,donarlo ad altri 10 blogger e scrivere 7 ricette che ti hanno cambiato la vita.
Così, senza pensarci su non saprei dirvi quali sono le ricette che mi hanno cambiato la vita, e non so neanche se arriverò ad elencarvene 7, tuttavia, ho ben chiare alcune ricette che ricordo bene, e che magari la vita non me l'hanno cambiata, ma migliorata di sicuro ;)

1) AL PRIMO POSTO c'è sicuramente la ricetta che vi ho appena dato

2) AL SECONDO POSTO gnocchi burro e salvia, quelli che faceva mia nonna, alzandosi la mattina presto, ed iniziando ad impastare kg di gnocchi all'alba di ogni festività, in modo che per il pranzo di Natale potesse esserci sempre pasta fresca.
Gnocchi, tagliatelle e ravioli venivano impastati e disposti su questa grande tavolona di legno chiaro, che con gli occhi da bambina io vedevo davvero enorme, e continua ad essere grande anche oggi.
Ed anche se adesso è in un angolo del ripostiglio piena di polvere, io continuo a vederla risplendere, ricoperta di farina, con la luce chiara e pura dell'alba.

3) AL TERZO POSTO gli spaghetti al nero di seppia con spuma di pistacchi di bronte e gamberi grigliati, la prima vera ricetta che ho inventato dal niente, correva l'anno 2009, e grazie a questa ricetta sono andata a Roma con mia figlia e mia mamma, una grande avventura, erano anni che non andavo a Roma, e sono stati giorni vissuti intensamente, che non scorderò mai....

4) AL QUARTO POSTO la farinata di riso, amavo così tanto la farinata di riso che continuavo a farmela, ovviamente in versione salata, fino a pochi anni fa, e come ero contenta di comprare il barattolone di latta!
Poi, da quando è nata Keira, ne ho avuto abbastanza di farinate hehehehe.....

5) AL QUINTO POSTO e qui già si sfiora il panico, perchè ovviamente, quando serve, non mi viene in mente niente, ma a questo punto direi le albicocche, si, le albicocche di nonno, dell'albero che avevamo in giardino, un albicocco innestato su un susino che ci dava questi frutti dal sapore unico, arancioni con le "lentiggini" rosse, che io staccavo dal ramo, passavo sotto la fontanella in giardino, le aprivo a metà, toglievo il nocciolo e le mangiavo ghiottissima come un orsetto col miele.

6) AL SESTO POSTO e fortunatamente ne manca solo uno ancora perchè non ho più idee, le patate con olio, aceto aglio e prezzemolo che mi preparava nonno, lo so, è una ricetta banale, ma io stravedo per le patate, e quando, d'estate, portava in tavola la zuppiera colma di patate bollite condite con l'olio dei nostri olivi e l'aglio colto in campagna, era per me un momento di gioia

7) AL SETTIMO POSTO le "nostre cene" quelle dove io e Luca andiamo in riva al mare, la sera, quando non c'è nessuno se non il solito pescatore e la signora bionda che porta fuori il cane, rigorosamente vestiti eleganti, e ci mettiamo sul muretto, in un posto che si chiama "chioma" muniti di vino bianco e borsa frigo, dal quale tiriamo fuori ostriche, sashimi di tonno e salmone, insalatina, alghe wakame e polpo....

Ho le idee chiare sulle 10 persone a cui passare il premio, anche se in vrità lo avrei passato a Gaia, ed alla persona che lo hapssato a Gaia, perchè ho scoperto il suo blog giusto ieri ma già mi piace ;)

1) cucinando con Paola
2) Le pellegrine Artusi
3) Velia's Cooking Style
4)Basilico, malva & cerfoglio ...
5)Spizzichi e bocconi
6) I pasticci di memole
7) dolci delizie di casa
8) dolci gusti
9) cucina libri & gatti
10) la cucina di Esme

Spero gli altri che non hanno ricevuto il premio non me ne vogliano, avrei voluto dare il premio a tutti, perchè tutt coloro che ho conosciuto fino ad oggi a parer mio meritano di essere premiati ^^, quindi, sarà per la prossima volta ^^



9 commenti:

  1. Grazie mille!!!! Sono a casa con l'influenza e sto da schifo (maledetta influenza) ma il tuo pensiero mi ha davvero tirata su ^_^

    RispondiElimina
  2. Prego ^^
    pure io sono a casa con l'influenza e la febbre :( è orribile quest'influenza :( :( :(

    RispondiElimina
  3. Ciao cara ti ringrazio ma non faccio questi giochi di premi non mi piacciono..non prendertela a male. Mi aspettavo un bel commento che parlavi dei muffin alle verdure..vedo che non piace a nessuno..pazienza! Buona guarigione baci!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, no che non me la prendo a male, molte volte neanche io partecipo, vuoi per la mancanza di tempo o per altro...
      Non mi aspetto che le persone partecipino, però ho voluto citarle appositamente per dire che pensavo a loro, pensavo proprio alle tue splendide ricette quando ho deciso di passarlo a te, che poi tu lo faccia o no è irrilevante, l'importante è che sai che apprezzo molto il tuo lavoro :)
      Compresi i muffin, o il risotto che hai fatto, e che continua a tornarmi in mente ^^

      Elimina
  4. Grazie Shami per aver pensato anoi! sei sempre carinissima <3 mi piaccione le ricette del tuo cuore, mi piace immaginarti in riva al mare con il tuo fidanzato..da noi si chiama pancotto la tua pappa ed è anche uno dei miei piatti coccola. Un bacione e spero di conoscerti presto di persona

    RispondiElimina
  5. Grazie mille Shami per aver pensato a me,sei stata dolcissima!Questo premio è già nella mia casetta,tempo fa mi è stato donato da un'altra amica,ma accolgo il tuo con la stessa gioia!!Intanto vado a riguardarmi la tua pappa al pomodoro e a risentire i profumi della tua nonnina!!Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  6. Ciao, mi sono appena unita ai tuoi lettori, se ti va, passa anche tu a trovarmi

    RispondiElimina
  7. grazie per aver pensto a me per questo premio e complimenti pedr la partecipazone a master chef!
    molto carino l'OP vero?
    ciao e buona giornata
    Alice

    RispondiElimina
  8. grazie per avermi dedicato questo premio, lo apprezzo molto e complimenti per le tue ricette del cuore, soprattutto l'ultima, quando vi dedicate quelle cene romantiche di pesce in riva al mare. un abbraccio e a presto. Mony

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails