L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 6 aprile 2012

Bottarga Home Made

Ecco una ricetta utile da tenere a mente, personalmente amo la bottarga, più quella di muggine che quella di tonno, e non mi stanco veramente mai di mangiarla, pensate che io e Luca ce la siamo portati in valigia fino a Marrakech per fare uno spuntino chic festeggiando il nostro S.Valentino anticipato.
Costa tantissimo la bottarga, e sinceramente non vedo perchè non risparmiare facendosela in casa, il risultato sarà ottimo, ed in più è veramente semplicissima da preparare, potete prepararla non solo di muggine (cefalo), ma anche di spigola, ad esempio, nelle prime due foto di questo post potete vedere affettata sul tagliere una bottarga home made di spigola, l'ultima invece, quella più aranciata, è di cefalo.


Prima di tutto occorre conoscere la stagione in cui si trovano le uova, quindi, primavera ed inizio autunno o fine estate, ma basterà chiedere al pescivendolo di fiducia, (la mia si chiama Sonia) di dirvi quando trova le uova, e magari di farvi mettere da parte anche quelle dei pesci che pulisce (non avete idea di quante persone si fanno pulire pesce e seppie...) non limitatevi alle uova di spigola o di cefalo, ma chiedete anche quelle di trota, di gallinella...
Tutte le uova di pesce sono buone!
Un'altra preziosissima indicazione che posso darvi, è che, le sacche di uova, vanno maneggiate con cura, perchè, una volta rotte, il risultato della bottarga è inevitabilmente compromesso dal sale che entrerà eccessivamente dalla sacca rotta, a quel punto vi conviene farle al piatto ed ottenere una cremina che "scricchiola" favolosa, ma questa ricetta ve la darò più avanti, oggi vi svelerò la ricetta per fare una bottarga favolosa (con le uova di trota o di salmone si fa il caviale, ed il procedimento è diverso, quindi se trovate le uova di trota non esitate a scrivermi, vi spiegherò come fare un ottimo caviale home made).

Prima di scrivere la ricetta però vorrei soffermarmi su una curiosità che mi ha molto colpita: voi lo sapevate che la bottarga è stata inventata dai Fenici?
Però il termine "Bottarga" deriva da un termine arabo che, letteralmente significa "uova di pesce salate", era il pranzo dei pescatori, che essendo per mare, pulivano i pesci, mettevano tutto sotto sale, ed a pranzo mangiavano le uova con qualche galletta.
C'è chi consuma la bottarga grattugiandola sopra la pasta, solitamente la mia bottarga di tonno fa quella fine, tuttavia, consiglio di consumare la bottarga di muggine o di spigola tagliata a fettine fini, condita solo con un filo d'olio e qualche goccia di limone a piacere.

Bottarga


1 sacca di uova
50% di sale
50% di zucchero

Mescolate insieme il sale e lo zucchero, adagiate parte del composto sul fondo del piatto, quindi disponetevi sopra la sacca di uova e ricoprite con altro sale e zucchero, compattate e lasciate riposare in frigorifero.
Ogni sera ed ogni mattina sarà neccessario cambiare la marinatura, per un massimo di 3 giori, dipende dalla grandezza delle sacche di uova, per la spigola saranno sufficenti 24 ore.
Trascorso il tempo di marinatura lavate la bottarga ed asciugatela bene tamponando, pronta!

7 commenti:

  1. provata !!! buonissima !!!
    e se mi si rompe la sacca ?
    come si fa il caviale ?
    Grazie

    Ester

    RispondiElimina
  2. vorrei la ricetta del caviale fatto in casa

    RispondiElimina
  3. come fare il caviale in casa

    RispondiElimina
  4. Ciao sardina, con le uova di quale pesce?

    RispondiElimina
  5. ho delle uova di trota (4 sacche), pensavo di fare la bottarga con le più grandi e il caviale con le piccoline. Potresti darmi la ricetta del caviale??? grazie!

    RispondiElimina
  6. Mi dici cosa farmene delle uova di trota salmonata?grazie ....Gennaro.delicato@libero.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caviale fatto in casa è un'pò complicato, si devono togliere le uova dalla sacca, senza romperle, quindi con molta delicatezza, poi si devono massaggiare con del sale, trasferire in un barattolo, chiudere per bene ed attendere qualche ora, di più non so, questo è il metodo o con la quale lo fanno i pescatori della mia zona, l'ho assaggiato è molto buono, ma non si conserva a lungo!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails