L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 19 aprile 2012

Buey de mar relleno gratinado - Granchio Gratinato

Se vi state chiedendo cos'è il buey ralleno ve lo dico subito, è granchio gratinato, e fa parte di quella categoria di cibo che in Spagna vi servono come "Tapas",
Proprio pensando alle Tapas ho deciso di modificare la categoria "Cucina Spagnola" in "Cucina Spagnola e Tapas".
In Italia, il momento delle tapas è un momento che si avvicina molto all'aperitivo, ricordo quando io e Luca ci fermavamo sulla rambla, e con pochi spiccioli, ci concedevamo una birra fredda e qualche tapas, con circa 2 € ti servivano a tavola dell'ottimo pane e pomodoro, delle crocchette di patate, tutto ciò che si può servire in piccoli bocconcini, tutto ciò che da noi può essere servito per l'ora dell'aperitivo, la presentazione delle Tapas poi era favolosa, i ristoratori servivano le pietanze su piccoli taglieri di legno grezzo, cocottine di coccio, piattini in ceramica lavorata...
Questo senza dubbio rientra nella categoria di Tapas più elaborate, viene servito nel ristorante di Alberto Varela, e viene 6 € , ma si dice che il granchio gratinato di Alberto sia uno dei migliori che si possano trovare in Spagna, e che quei 6 € li vale tutti, tra le altre cose, se proverete a rifarlo a casa, noterete che è una porzione abbondante, ed ovviamente rifarlo sarà anche più economico.
La versione di Varela è quella che preferisco, senza pomodoro e senza prezzemolo o croste di pangrattato, ovviamente la ricetta è introvabile, così, sono andata a intuito.
Il risultato è stato spettacolare, cremoso, leggermente piccante, e servito bollente è ancora più buono!!



Con un granchio granciporro, quello che vedete in foto, del peso di circa 450 g, otterrete 4 porzioni, quindi, ogni volta che usate un granchio tenete da parte il guscio, potrebbe sempre servire ;)
L'incredibile poi, è che me lo sono inventato per la cena di ieri sera, avevo tutto in casa, strano ma vero, è abbastanza semplice da preparare, e lo si può fare con largo anticipo, oggi era ancora più buono.

Dato che questo è il primo post in cui parlo di Tapas, mi piacerebbe darvi delle informazioni in più:
Si dice che le Tapas siano entrate nella dieta Spagnola grazie ad Alfonso X Re di Castilla, parliamo quindi di un sacco di tempo fa, circa il 1200, il Re fu colpito da una brutta malattia, e la sua dieta prevedeva pochissimo cibo.
I cuochi di corte così, progettarono per lui tanti piccoli assaggi al posto dei pasti, diminuendo solo le dosi e non i piatti da preparare, il re ne fu entusiasta,era così contento che volle mettere il suo popolo a conoscenza di questi nuovi "mini pasti".
Ovviamente si racconta, perchè le versioni sono sempre tante, anzi troppe.
Un'altra versione che si vuole dare alla nascita di queste sfiziose mini porzioni vuole l'Andalusia come protagonista, dove si è soliti bere una bevanda molto zuccherina, e per evitare che le mosche cadessero dentro il bicchiere, gli abitanti hanno preso il via a servire i bicchieri coperti da piccoli piattini con qualche delizia da sgranocchiare.
C'è chi afferma poi, ed do quetsa versione per favorita, che furoni i mori a portare in Spagna questa usanza, diffusissima da sempre in tutta l'Africa, infatti, quando sono andata a Marrakech, ho trovato molte affinità con le Tapas Spagnole, ad inizio pasto infatti ci servivano piattini coloratissimi di ceramica e cocci ripieni di deliziose olive, cubetti di burro, datteri con il limone ed altre cosine sfiziosissime....

Buey de Mar Relleno Gratinato
Granchio Gratinato


Ingredienti per 4 persone:

1 granchio granciporro di circa 500 g
3 gusci di granchio
1 scalogno
peperoncino in polvere
2 cucchiai di burro
4 cucchiai di farina
latte q.b
panna fresca 200 ml
5 cucchiai colmi di parmigiano grattugiato
pepe bianco e sale q.b

Bollite il granchio in abbondante acqua salata, intanto preparate una besciamella senza sale, facendo sciogliere il burro in un pentolino, una volta sciolto aggiungete la farina, mescolate con una frusta a mano ed unite il latte a filo, mescolando continuamente fino ad ottenere un composto liscio e cremoso.
Intanto spolpate il granchio, tenete da parte la polpa più compatta di zampe e chele.
Tritate grossolanamente lo scalogno, e fatelo dorare leggermente in padella, quindi unite la polpa di granchio (non quella di zampe e chele) e fate soffriggere ancora qualche minuto, allungate tutto con la panna fresca, frullate con il minipimer ad immersione, quindi unite la polpa di chele e zampe, la besciamella, e fate cuocere a fuoco basso fino a che non si sarà addensato formando una cremina.
Poco prima di ultimare la cottura aggiungete in questo ordine: parmigiano e peperoncino, quindi assaggiate ad aggiustate con sale e pepe.
Trasferite il composto dentro i gusci di granchio, che avrete precedentemente tagliato, come in foto, se volete indicazioni sarò felicissima di darvele, ma vedrete, è semplicissimo.
A questo punto potete avvolgere i gusci con della pellicola e metterli in frigo per servirli anche il giorno dopo oppure potete ultimare la preparazione.
Accendete il forno al massimo, grill, disponete i gusci sulla griglia, sul ripiano più alto e fate gratinare per pochi minuti.
Servire bollentissimi!!!

7 commenti:

  1. Io aaaaamo le tapas!Granada, una piazzetta accogliente, birra+tapas a soli €2, non ti dico che serata :) Favoloso il tuo granchio, mi ha messo l'acquolina,peccato che io qui fresco non lo trovo sempre :( Smack

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mammamia, anche noi abbiamo dei ricordi splendidi, con 2 € ci portarono un sacco di bruschettine al pomodoro di una bontà unica!!!!
      Questa ricetta puoi farla anche con il granchio che trovi nel banco surgelati ;9 pure io freschi li trovo ogni morte di papa, e pensare che alla boqueria ancora si muovevano....

      Elimina
  2. Che meraviglia questo granchio!! Ne mangerei uno adesso...e sono le 3 e mezza del pomeriggio O_o
    Un bacione :)

    RispondiElimina
  3. Ahahahaha, pensa che io mi sono magnata quello che era rimasto nel pentolino stamani mattina XD

    RispondiElimina
  4. Ah!!! non lo conoscevo e lo trovo meraviglioso...un abbraccio. Ciao.

    RispondiElimina
  5. Ciao! Complimenti per il bog... ti conosco solo ora purtroppo anche se vedo che sei una veterana... ho una domandina sulle farine... a parte che non vedo l'ora di andare a casa a provare... stasera frullo con il bimby tutti i legumi e poi via in forno a 90° per 3 ore!!! così nel week end mi sbizzarrisco... ma... lo stesso procedimento vale anche per la quinoa (che di per se è un legume quindi dovrebbe andare) e per i cereali?!?! Grazie!!! Valentina

    RispondiElimina
  6. Che languorino mi fa venire questo granchio..buono!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails