L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 31 luglio 2013

Quando la vera bestia è l'uomo.

Mai una giornata normale, o in questo caso, una nottata.
Adesso, vi racconterò ciò che è successo questa notte.
Io e Luca, il mio fidanzato, siamo usciti, poi, quando mi ha riportata a casa, io sono salita su, mi sono messa il pigiama e sono andata a letto.
Ad un certo punto vengo svegliata da un gran fracasso al cassonetto e dal rumore di una macchina che sfreccia via a tutta velocità.
Facendo molto caldo dormivo con la finestra aperta, quindi, ho chiaramente sentito un mugolio supplichevole.
Mi sono affacciata ed ho visto un gattino piccolissimo, che urlava disperato "miiii, miiiii", ho sperato per un momento, ma anche qualche minuto, che tornasse la mamma a prenderlo, poi ho realizzato, che il gattino, li vicino al cassonetto, non ci era arrivato da solo, e magari, ce lo aveva tirato il proprietario della macchina che mi aveva svegliata sgommando via.
Di gatti grandi neanche l'ombra, e poi, conosco la mia zona, ed i gatti che ci sono qua sotto casa mia, e cuccioli vi assicuro che non ce ne sono.
Lo vedo disperato zampettare in mezzo alla strada, urlando come un disperato.
Con il pelo arruffato e la codina secca secca, grande quanto una pigna, ma pelosa e coccolosa.
Scendo, e cerco di capire dove diamine sia sparito, poi lo risento, disperato.
Era entrato nel motore di una macchina.
Da li, non vi dico le scene, sono stata fino alle tre a cercare di portarlo via, ma lui , anzi, una lei, perchè presumo fosse una lei, non ne voleva sapere, ed io me ne stavo scomodamente sdraiata sotto una macchina con le mani infilate nel motore, ah bene!
Dopo un'pò di tempo, ed un piattino di latte, ecco che il gattino è uscito e mi si è avvicinato, con la testolina grande grande e gli occhioni, timidamente ha annusato il latte, ma poi, è passata una macchina, e spaventato si è rintanato sotto la macchina, di nuovo.
Poi ad un certo punto, quel cretino di non-faccio-nomi, che potò un intero albero gettando i rami sul mio motorino ( ed ebbe anche il coraggio di negare, da sopra la scala, con le cesoie in mano, e lo specchietto del mio liberty che spuntava da un metro e mezzo di catasta di rami, grossi per di più, con testimoni a seguito che lo avevano visto chiaramente) mi urla con una voce degna del migliore film Fantozziano "ora hiamo i harabinieriiiii", ecco, ma bisogna essere imbecilli per urlare alle 3 di notte, prima di tutto perchè rompi le scatole a chi dorme, e secondo perchè, per vedere una minaccia in una ragazza armata di ciotola di latte in una mano e bocconcini di tonno nell'altra, che se ne sta accovacciata a chiamare un gatto, sottovoce, perchè almeno lei porta rispetto e non vuole svegliare la gente, bisogna proprio essere senza cervello.
Comunque, il gattino non si è fatto prendere, ed io ho cercato, anzi, sperato, che la poiana che si era fatta avanti, fosse attirata da altro...
Stamani del gattino non c'era traccia, io mi sento molto in colpa a non essere riuscita a prenderlo, ma spero comunque che qualche gatta lo abbia preso con se, qui di gatte dolcissime e pronte a prendersi cuccioli altrui, ne abbiamo in abbondanza.

Ma io non ce l'ho mica con nessuno è, solo con quello che quando ha visto che cercavo di aiutare un gatto, invece di scendere ed aiutarmi, ha minacciato di chiamare i carabinieri, che poi, voglio dire, cosa voleva fare?
Mi denunciava per possesso illecito di latte intero?
O per spaccio di bocconcini di tonno in gelatina?!
Ma non dovrei mica stupirmi, la gente gli animali, li abbandona per una vacanza, figuratevi se poi alle 3 di notte scende di casa per cercare di salvarne uno.
Perchè la vera bestia, in molti casi, è l'uomo.


Dopo questo sfogo vi lascio con una ricetta che vi ho riproposto poco più di un anno fa, le uova alla ranchera, dato che, dopo la visita a casa di babbo, sono tornata con un ricco bottino, di fantastiche uova appena deposte e pomodori succosissimi, ho pensato bene di fare una ricetta semplice che esaltasse a pieno i sapori.
Alla fine del post, hopensato anche di mettere le due foto a confronto, quella del 2011, e quella di pochi giorni fa, quante cose sono cambiate, guardate la foto, la presentazione...
Caspita, ma come diamine facevo a pubblicare foto del genere!?!

Uova alla Ranchera

 


Ingredienti:





1 uovo a persoma
4 pomodori tagliati a cubetti
1 cipolla bianca
3 cucchiai d'acqua
sale e pepe
olio extra vergine
peperoncino
1 peperone rosso a cubetti a piacere





Soffriggete la cipolla nell'olio, aggiungete il pomodoro ed a piacere il peperone, soffriggete ed unite l'acqua.
 

Fate cuocere per qualche minuto, quindi salate, pepate ed unite del peperoncino.
Cuocete le uova a parte in una padella ricoprendole di salsa e servite.



6 commenti:

  1. Ciao, se passi da noi c'è una bella sorpresa

    http://orodorienthe.blogspot.it/2013/07/il-vincitore-del-concorso-spazio-alle.html

    ricordati di scriverci alla mail

    orodorienthe@gmail.com

    RispondiElimina
  2. Sai cara.. ti capisco. Io per gli animali stravedo e forse voglio più bene a loro che agli esseri umani. L'uomo è davvero più bestia di quelle che chiamano bestie. Posso comprendere il tuo disappunto per non essere riuscita a ritrovarlo, ma non potevi fare di più tesoro (specie se c'è anche un cretino che ti urla dalla finestra come un pazzo..). Proprio in questi giorni sto avendo a che fare con una gattina abbandonata.. l'hanno buttata dentro nel giardino del condominio e urlava disperata tutto il giorno, senza più voce, per la fame e la sete. Io la terrei, se non fosse che il mio compagno (pur amando gli animali come me) è allergico a tal punto che finisce in ospedale per l'asma. Ma ho cercato di trovarle casa prima che 'la facessero sparire'. Abbiamo preso mille precauzioni (lui tiene la mascherina) ma adesso è qui sul divano in attesa di giungere in questi giorni alla sua nuova casa. Nessun gattino qui si sentirà mai abbandonato!! La tua ricetta è stupenda! :) Come tutte del resto! Un abbraccio forte! <3

    RispondiElimina
  3. Shamira, ti ringrazio per le tue lodevolissime gesta premurose - ti stimo tantissimo con la speranza che la nostra cara amica sia al sicuro da qualche parte. Tienimi/ tienici aggiornati qua sul tuo blog.
    Ti seguo da tanto e ti auguro altrettante soddisfazioni.

    RispondiElimina
  4. Sottoscrivo ogni parola....a presto

    RispondiElimina
  5. Esiste anche gente cosi......purtroppo........che rabbiaaaaaaaaa!!!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails