L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 28 giugno 2013

Coquilles de Saint Jacques à la mode du chat

Poi una mattina ti svegli, e ti metti in testa che vuoi per forza fare una cosa.
Questa mattina è toccato alle capesante, che, solitamente, sono specialità del mio fidanzato, ma che questa volta, ho voluto preparare io.
Sono uscita di buon ora per andare a comprare tutto il necessario, in mente avevo tre ingredienti, per 3 diverse varianti, ma ho trovato un solo ingrediente e quindi per oggi ecco una sola variante, che, a me è piacuta davvero molto.
Non so perchè, mi sono svegliata ieri, con questa idea di realizzare delle capesante un'pò particolari, ed eccomi qui che le preparo, per la cena di stasera, la prima cena da diplomata di mia figlia, diploma d'asilo, si intende.
Questa è la versione ai carciofini, ma potrete usare patate, cannellino, sedano rapa o topinambur.

 
Coquilles de Saint Jacques à la mode du chat



5 cuori di carciofini precedentemente cotti
200 ml di latte
200 ml di panna
20 g di burro
4 cucchiai di olio
sale e pepe
2 cucchiai di farina
parmigiano 5 cucchiai
1 goccia di tabasco
1/2 cucchiaino di aglio in polvere
1 cucchiaio di fiocchi di patate
1 cucchiaio di crema al tartufo
4 gocce di aroma al tartufo nero Flavouart

Capesante con guscio, 2 a testa


Togliete il corallo dalle capesante e mettetelo da parte.
In un pentolino disponete il burro, e quando sarà fuso unite la farina, fate dorare ed unite panna e latte.
Unite quindi il corallo delle capesante, i carciofi, il parmigiano, il tabasco, l'aglio in polvere ed i fiocchi di patate.
Frullate con il frullatore ad immersione.
Fate addensare, aggiustate di sale e di pepe.
Unite l'aroma al tartufo e l'olio.


Affetate finemente le capesante.
Disponete la crema ottenuta nelle conchiglie e disponetevi sopra le fettine di capesante.
Spolverate con pepe nero appena macinato e parmigaino grattugiato.
Guarnite con poca crema al tartufo.


A questo punto avete due possibilità, cuocere a vapore, oppure gratinare in forno, dipende da cosa vi piace di più, se una consistenza soffice e spumosa dal sapore delicato, o se uno strato croccante che racchiude una crema bollente dal sapore più ricco e intenso.



Decorate con prezzemolo e lamelle di tartufo a piacere.


Potete realizzare le capesante con molto anticipo, e poi gratinarle poco prima di metterle in tavola.
Potete anche congelarle, per poterle conservare più a lungo, in questo caso basterà scongelarle e quindi cuocerle al vapore o in forno.

2 commenti:

  1. Un piatto veramente chic :D

    RispondiElimina
  2. Se ne hai voglia la prossima volta le capesante provale con gli spaghetti http://chefandwife.wordpress.com/2013/03/10/spaghetti-con-coquilles-saint-jacques/

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails