L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

sabato 8 giugno 2013

I Mussoli, un frutto (di mare) raro, e voi, li conoscete?

Sono convinta che molti di voi non conoscano i Mussoli...
Io sono appena tornata da una breve vacanza con mamma e bimba, che vi racconterò in questi giorni, 5 giorni fantastici, e poi sono tornata a casa con una bella insolazione, bella tosta, e da qui i 3 giorni di ritardo a rifarmi viva.
Probabilmente è per come sta procedendo la mia vita, che la voce di mia mamma, che anni fa mi diceva "vai a farti benedire dai Greci", mi rimbomba nella testa...
E non so perchè qui a Livorno la benedizione dei Greci sia così efficace, ma tentar non nuoce...

Comunque, torniamo a noi, i mussoli:

I Mussoli sono frutti di mare difficili da trovare, io quando ero piccola ne raccoglievo le conchiglie vuote sulla spiaggia, e già quelle non erano tanto diffuse.
So che sono molto conosciuti a Trieste.
Sono facili da preparare, c'è chi li gusta anche crudi.
A me crudi non piacciono, hanno un sapore molto deciso, con una polpa carnosa e consistente, preferisco le ostriche crude, che quasi si sciolgono in bocca, i mussolo per me sono meglio cotti.
I mussoli sono conchiglie scure, dalla forma bombata, difficili da aprire, all'interno la conchiglia e chiara ed iridescente.
Siccome sono abbastanza rari, si pescano solo a mano, i pescatori devono selezionare i mussoli ad uno ad uno,  per poter poi portare a terra solo quelli più grandi.
Per questo sono difficili da trovare, ma anche poco economici, una prelibatezza rara via!
A Trieste c'erano dei banchetti di pescatori che fino agli anni 50' pescavano solo mussoli, erano i mussoler, che ai giorni nostri non esistono più.
Prepararli crudi è davvero semplice, si aprono, si dispongono su un vassoio di ghiaccio, si condiscono con succo di limone e pepe macinato fresco, se volete farli cotti invece...

Mussoli saltati
  

500 g di mussoli
2 spicchi d'aglio
1 mazzetto di prezzemolo
1 peperoncino
1 limone
4 cucchiai di olio extra vergine d'oliva Marina Colonna


In una padella disponete l'olio, 2 spicchi di limone, il peperoncino e gli spicchi d'aglio.
Fate dorare a fuoco dolce, poi spegnete e fate raffreddare completamente, affinchè l'olio si aromatizzi, intanto, tritate il prezzemolo.



In una padella caldissima disponete i mussoli lavati ed accuratamente puliti, copritela con un coperchio e fate cuocere per una manciata di minuti, se volete sfumate con un'pò di vino bianco, ma a me piacciono più classici, senza vino.



A questo punto togliete dal fuoco, unite l'olio aromatizzato ed il prezzemolo tritato, mescolate bene e servite accompagnando con spicchi di limone.


3 commenti:

  1. Mai mangiati! Apprendo ora la loro esistenza! Amo i frutti di mare, quindi non ho dubbi che mi piacerebbero... peccato sia rari e cari, se no andavo subito a cercarli al mercato, dove c'è la mia pescivendola di fiducia con cui mi scambio ricette... :-)

    RispondiElimina
  2. Molto interessante, io non li ho mai mangiati...cercherò!!

    RispondiElimina
  3. Se vieni in Puglia trovi tutti i frutti di mare che vuoi....a Barletta questi vengono chiamati "i ped purk" (italianizzato piedi di porco)....ottimi :-)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails