L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 20 gennaio 2010

pancotto

E fu così che, reduce dalle feste Natalizie, e complice la mia nuova e splendida impastatrice, per la quale ancora ringrazio di cuore mia mamma e mio nonno per avermela regalata, mi son ritrovata a sfornare quantità industriali di pane, tanto da sfamarci un'esercito, ed anche se il pane fatto in casa è buono anche dopo una settimana, prima o poi diventa duro...

Che fare con il pane duro?
Un sacco di cose, della serie "non si butta via nulla": pappa al pomodoro, panzanella, gnocchi di pane, torta di pane, anche un semplicissimo pangrattato, o un pancotto, ed è proprio del pancotto che io oggi voglio parlarvi.

Una ricetta contadina, dal sapore antico, a molti ricoderà l'infanzia, sono quelle ricette genuine, dai sapori semplici e indimenticabili, che nonostante tutte le raffinatezze che ci propongono oggi grandi chef e rinomati ristoranti, non passeranno mai di moda...


1 filone di pane raffermo

1lt di brodo

1 cipolla
2 spicchi d'aglio

poodorini piccoli (tipo ciliegini)

80gr di parmigiano grattugiato

olio evo
sale

prezzemolo o basilico


Mettete il brodo a scaldare con la cipolla tagliata a fettine, tagliate grossolanamente i pomodori,salateli e saltateli in padella con l'aglio tritato.

Tagliate il pane a pezzetti e mettetelo nel brodo insieme ai pomodori, cuocete il tutto fino a che il pane si sarà completamente sfatto.

Unite il parmigiano, il prezzemolo, un bel filo d'olio, impiattate, spolverate con abbondante parmigiano e servite sia caldo che freddo.

1 commento:

  1. Ciao cara! vieni da me, finalmente è uscito il pdf dove puoi trovare la raccolta con anche le tue ricette!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails