L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 26 giugno 2014

Oyster Shooter

Sto per parlarvi di qualcosa che è in grado di dividere l'opinione pubblica un'pò come fece Mosè con le acque del Mar Rosso.
Sulla mia pagina facebook vi ho chiesto come le preferite, se con il limone o con il tabasco, io abito in una città in cui anche l'aggiunta del limone viene considerata un'eresia, perciò vi ho già detto tutto.
Ormai avrete di certo capito che parliamo di Ostriche!
Ne ho mangiate così tante che ho avuto anche la fortuna di trovare una perla!
Voi avete mai trovato una perla??
Comunque, ho appreso che oltreoceano le preferiscono con il Tabasco, in Italia va per la maggiore il succo di limone, in Giappone alghe e salsa di soia, in Francia con lo scalogno, in Louisiana chi più ne ha più ne metta, naturali o gratinate, fritte o stufate, ma che volete farci, da loro, le ostriche, crescono letteralmente sugli alberi!

Ho letto anche che molti di voi le apprezzano con aceto di mele o lamponi e scalogno, io resto dubbiosa sull'abbinamento "ostrica-scalogno", e resto fedele al mio amato limone, che io metterei ovunque, però, oggi, ho voluto concedermi una piccola divagazione dal mio "tema originale"; il mio ragazzo, appena lo saprà, mi ucciderà, lui è un "purista" delle ostriche, solo pepe e limone, tutto il resto è vera e propria bestemmia ( a parte un pizzico di caviale ogni tanto, che male non fa!)...
Tuttavia, questa nuova versione mi è piaciuta, ma davvero!
Avevo visto per la prima volta un Oyster Shooter in un film, e subito mille domande erano affiorate nella mia testa :"che diamine è? Di cosa sa? Ma è alcolico? E' buono?!? ".
Si, è alcolico, ma io mi sono attenuta alla versione non alcolica, visto che Keira voleva un "Virgin Oyster Shooter senza ostrica" in pratica, un bloody Mary analcolico...
Ancora storgo il naso ad immaginarmi la versione alcolica, per adesso mi attengo alla versione "Virgin", che mi è piaciuta anche un bel'pò!
Dunque, cosa ho cambiato dalla ricetta originale?
Bella domanda.
Ho trovato, ovviamente, una miriade di ricette diverse in rete, ognuna con la sua peculiarità, chi aggiungeva il cren, chi il tabasco, chi il peperoncino, chi il brandy addirittura, altre con la salsa rosa unita alla vodka (velo pietoso please...)....
Allora, io ho creato la mia personale versione, per cominciare niente alcolici, ma solo acqua effervescente naturale, che conferisce un tocco di brio in più, e niente cipolla o scalogno, ma un pizzichino d'aglio, (ecco, siamo arrivati al punto in cui il mio ragazzo mi uccide per aver appena scritto la più grande bestemmia esistente: "ostriche & aglio") e poi, ovviamente, il limone!
Devo subito sottolineare, che il succo di pomodoro, l'ho ottenuto con i pelati che avevo da parte, quelli che avevo preparato io, non utilizzate i pelati in scatola del supermercato, non conferiranno la dolcezza necessaria, perciò, dato che le cose, o si fanno bene, o non si fanno, munitevi di 5 o 6 pelati, sbollentateli, privateli dei semi e frullateli, allungate poi la polpa frullata con acqua effervescente naturale, io ho utilizzato la Ferrarelle.

Oyster Shooter



La polpa frullata di 5 pomodori pelati S.Marzano
150 ml di acqua effervescente naturale
sale e pepe q.b
1 pizzico di aglio in polvere
6 gocce di tabasco
5 gocce di Salsa Worcester
succo di limone quanto basta per acidulare il tutto

Niente ricetta se non "mischiate tutti gli ingredienti e frullate con il frullatore ad immersione", questa è l'unica indicazione che vi do.
Poi, ovviamente, vi munite di piccoli bicchierini, in fondo ad ogni singolo bicchierini disponete un ostrica appena aperta e ben pulita (mica vorrete trovarvi in bocca qualche pezzettino di guscio, vero?!) e quindi i Virgin Bloody Mary appena ottenuto, bello fresco.
Servite subito!


Suggerimenti

Il Tabasco: una leggera nota piccante in questa ricetta non guasta, e ve lo dico io che il Tabasco lo adoro, ma solo se cotto insieme alla pietanza che sto mangiando, a crudo non mi piace, eppure, qui è perfetto, ovviamente, più lo mettete più il bloody Mary sarà piccante, cercate di non esagerare, o la nota piccante ammazzerà il gusto dell'ostrica!
Idem per il pepe.


Il Limone: andateci giù pesanti, deve essere una nota dominante che acidulerà l'ostrica (come fanno in Francia con l'aceto e qui da noi con il limone!)

Virgin or Not?
Un cocktail si definisce "Virgin" quando è privo di alcool, perciò, se non lo volete "Virgin", basterà sostituire parte dell'acqua di questa ricetta con della Vodka.


C'è chi però, prima mangia l'ostrica immersa nel bloody Mary e poi beve il resto, perciò, ho servito con mini forchettine Poloplast, per facilitare la"pesca" dell'ostrica!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails