L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 20 giugno 2014

Gelato caldo al Chokito con polvere di Crema di Mandorle

Voglia di estate, voglia di caldo, voglia di mare...
Voglia di fresco, ghiaccioli e gelati...
Certo che, l'estate Italiana è sempre più pazza, e nei giorni passati, almeno da noi, gustare un gelato non era propriamente un'idea geniale, visti i temporali, il vento il freddo...
Certo però, ma come si fa a rinunciare al gelato d'estate?
Semplice, quando fuori piove, e fa freddo, basta gustare un gelato...Caldo!
Si, caldo!
No, non sono ammattita, il caldo estivo qui non è ancora arrivato, per cui non mi hadato alla testa, e si, sono qui veramente, a parlarvi di un gelato che non si scioglie e che si gusta...Caldo!
Ora, magari da voi c'è il sole ed una brezza calda, ma da me il sole fa capolino adesso, e penso che, da ora in poi, non rinuncerò più al gelato, neanche a Dicembre.
Chiamarlo "gelato" non è proprio esattissimo, anche perchè è caldo, perciò...
Comunque, ciò che ci permette di creare un "gelato" caldo, che non si scioglie appunto con il caldo, ma diventa cremosissimo e si dissolve come per magia appena lo assaporiamo è una cosa chiamata "metilcellulosa", ovvero, quella messa in commercio con il nome di Metil da Ferran Adrià.
Questo ingrediente è diventato da anni parte integrante di quella che viene chiamata "cucina molecolare", e permette di creare veramente tantissime cose!
Oggi vediamo il primo dei tanti magici incantesimi che il Metil ci permette di creare in cucina, preparare il gelato caldo è davvero semplicissimo, e, nei prossimi giorni vedremo quante altre varianti è possibile realizzare con questa magica polverina.
Pronti????

Gelato caldo al Chokito con polvere di Crema di Mandorle



Per 2 persone

Per il Gelato Caldo 


100 ml di panna fresca
70 ml di latte intero
30 ml di Chokito
15 g di zucchero di canna
6 g di Metil


Unite tutti gli ingredienti e frullateli a lungo con il frullatore ad immersione fino a che non otterrete una soluzione densa e senza grumi.
Lasciate riposare in frigorifero almeno 12 ore.
(dopo sei ore di riposo il risultato sarà comunque ottimale)

Per la Polvere di Crema di Mandorle


"Polvere di Crema di Mandorle" non è sinonimo di "polvere di mandorle", poichè qui non si tratta di spolverare il tutto con una manciata di farina di mandorle, anzi, qui si tratta di prendere un'ottima crema spalmabile, e ridurla in una polvere sottile e leggera che si scioglie in bocca, una meraviglia, come?
Grazie alla Maltodestrina, che altro non è che un amido!

40 g di crema di Mandorle Sciara
18 g di Maltodestrina

Unite la Maltodestrina e la Crema di Mandorle nel frullatore a lame e frullate fino ad ottenere una polvere leggerissima.

Componiamo il piatto


Stendete a piacere, della panna sul piatto che intendete utilizzare, in questo modo, gli ingredienti che vi adagerete sopra, rimarranno ben fermi.
Aiutandovi con due cucchiai formate delle quenelle con il composto al cioccolato del gelato, lasciatelo cuocere per pochi secondi in acqua bollente.
Scolate le quenelle di gelato caldo ed adagiatele sul piatto.
Spolverate con la polvere di Crema di Mandorle.
Ultimate con una dadolata di albicocche e guarnite con foglioline di menta fresca.
Ho servito nel bellissimo piatto lavorato La Porcellana Bianca





1 commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails