L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

lunedì 23 luglio 2012

Hotel Canestro - Parte Prima -

Venerdì 20, direzione Viterbo,

sono ancora stanca, ma felice.
Siamo partiti alla volta di Viterbo la mattina presto di venerdì 20, in direzione Hotel Canestro.
Il viaggio, a parte l'aria condizionata troppo alta, è andato benissimo.
Guidava lo zio del mio ragazzo, che è stato così gentile da parlare di me ai proprietari dell'Hotel Canestro, ed ha così permesso la creazione e la realizzazione di queste 2 serate evento "Alchimie in Cucina".
Arrivati all'ora di pranzo, varchiamo la soglia dell'Hotel e ci troviamo davanti ad una piscina bellissima,

 

che ci fa venire una gran voglia di tuffarci; veniamo acompagnati in camera, e che camera!

 

A pochi passi dalla piscina, la camera 106 ci attendeva, enorme, bianca e nera, con lampadari di cristallo,

 

letto enorme e comodissimo, vasca idromassaggio enorme a pochi passi dal letto, un bagno bellissimo con cromoterapia in doccia, megaschermo, super lusso!

 

Veniamo accompagnati nella sala del ristorante, molto accogliente, e conosciamo il simpaticissimo e
gentilissimo cameriere,

 

io mi faccio consigliare, e prendo un antipastino di mare misto, prodotti veramente freschissimi!

 

Le verdure, che ci faranno innamorare sempre di più, sono veramente a km 0, infatti, l'orto è proprio dietro all'hotel, e che prodotti, verdurine fantastiche, pomodorini dolci al punto giusto, le zucchine così buone che anche bollite fanno un figurone!
Proseguiamo il pranzo attendendo gli assaggini dei primi.
Intanto Roberto, il cameriere, ci versa dell'ottimo vino e ci racconta del pane e della pasticceria che vengono fatti dalla cucina dell'hotel, e niente viene comprato già fatto.
Decidiamo di assaggiare il pane che ci hanno portato nel grazioso cestino, irrorandolo con un ottimo filo d'olio extra vergine d'oliva, sempre consigliato da Roberto.
Pane bianco, focaccina alle olive, panini al rosmarino, schiacciatina, tutto ottimo!


 Arrivano i primi!
Il primo che ci viene servito per primo, scusate il gioco di parole, è davvero delizioso!
"Gnocchetti di patate con julienne di calamaretti e pachino",

 

gli gnocchetti, fatti dalla signora Anna, con le patate dell'orto erano davvero ottimo, i pomodorini eccellenti, il piatto davvero buono!
Il secondo primo che ci viene portato, è quel classico piatto che ti fa scordare le buone manienre, e ti fa venir voglia di leccarti le dita e pulire il piatto come meglio si può, era davvero eccellente!
"Fagottini alla crema di scampi"

 

ed io avrei davvero divorato piatti interi di quella deliziosa cremina!
Piano piano iniziamo a conoscere tutti, tiro fuori il mio libricino inseparabile, che ormai mi segue da più di un anno, e non lo lascio mai a casa, con tutte le idee e le mie ricette inventate, tanto che si è guadagnato il nomignolo scherzoso di "sacre scritture",

 

memorizzo la scaletta del menù della sera, e con il preziosissimo aiuto del mio fidanzato e dello staff del ristorante, il bravissimo e simpaticissimo chef Marco, la signora Anna, e Roberta, iniziamo a cucinare.
Inizio subito preparando il dolce, poi i flan, le varie cremine, i ravioli....
Il menù?
semplice semplice, eccolo qua:
Domani creerò un post con i link ed i collegamenti alle ricette.
Ceniamo tutti insieme e poi via si inizia!
La serata scorre bene, le persone in sala sono interessate, ed a fine serata esco per rispondere alle domande.

 

Le persone sono curiose, e vogliono saperne di più sulla lecitina, su come ottnere quella consistenza della torta in casa, come fare la spuma di scampi...

 



Sorrido e rispondo alle domande, mi fermo a vendere qualche copia del libro e torno in cucina per assemblare gli uttimi dessert.


Stanchi ma felici io e Luca andiamo in camera, ci aspetta una doccia multicolor!
E l'indomani ci attende una giornata molto stancante!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails