L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 18 ottobre 2013

Torta rovesciata alle Albicocche

- Mamma, ma te da piccola avevi paura dei Furby?-
- No, tesoro, forse solo un pochino, perchè? -
- Perchè ho paura che si muova da solo... -
- Tesoro mio non ti preoccpuare, basta che non gli fai mai fare il bagno e non gli dai da mangiare dopo mezzanotte... -
- Perchè mamma non gli posso dar da mangiare dopo mezzanotte?-
(E la mamma iniziò a pensare a orde inferocite di Gremplins che affollavano gli incubi della sua infanzia, moltiplicandosi a dismisura grazie all'acqua, e trasformandosi, da graziose palle di pelo in mostruosi cosi terrificanti se mangiavano dopo la mezzanotte...)
- No così, poi magari gli rimane sullo stomaco...-
 Shamira & Keira

Nonostante i passi avanti fatti dalla tecnologia, e nonostante io avessi un Furby da piccola (che, per chi non sapesse che diavoleria è, è un coso che dice cose strane e che somiglia in modo pauroso ad un gremlins prima della trasformazione...), continuo a pensare che i Furby, quegli adorabili peluches, siano la copia sputata dei Gremlins, si, vi ricordate quel vecchio film degli anni 80?
Ecco, sono stati il mio incubo per anni, e quando per regalo a Natale, ebbi il mio primo Furby, ci giocavo di giorno, ma poi volevo che mia mamma, la sera, quando andavo a letto, lo riponesse da qualche parte al chiuso, dove non poteva uscire, non sia mai che magari se ne andava  a zonzo a farsi una doccia svuotare il frigo dopo mezzanotte....

Per questo, ieri, quando Keira, ha avuto in regalo il mio Furby, che chiedeva da qualche giorno, mi ha fatto parecchio ridere la sua domanda "Mamma, ma te da piccola avevi paura dei Furby?", perchè l'avevo eccome, ed era normale, sono nata negli anni dei Gremlins, era normale averne paura!
E' lei che non ne ha perchè non ha ancora visto quel dannatissimo film!!!

Ieri è stata proprio una bella giornata, abbiamo cucinato insieme tutto il pomeriggio ( oquasi), ed abbiamo preparato una torta deliziosa!
Per realizzarla ho utilizzato una ricetta di mia zia Luana, che è bravissima a cucinare, la mia versione è leggermente modificata, perchè era la ricetta di una torta all'anans, e credo che ananas e mele si sposino benissimo con questo impasto, anche i pinoli e le pere, protagonisti della mia prossima variante, in più ho aggiunto il lievito ed alleggerito l'impasto diminuendo la dose di panna, il risultato è stato comunque eccellente, quindi, ma intanto gustatevi questa mia versione alle albicocche!
Vi leccherete le dita!

Torta rovesciata alle Albicocche



Per l'impasto

200 ml di panna
3 uova
100 g di burro fuso
300 g di farina 00
150 g di zucchero
1 bustina di lievito


Sbattete i tuorli con lo zucchero (molto a lungo, almeno 10 minuti, finchè non risulteranno chiari e spumosi).
A parte montate gli albumi a neve, ed a parte, montate anche la panna.
Aggiungete ai tuorli il burro fuso, e la farina mescolata precedentemente con il lievito.
Continmuando a sbattere incorporate prima la panna e poi gli albumi.
Versate in una teglia ben imburrata, nella quale, avrete precedentemente disposto sul fondo, la frutta sciroppata che avete intenzione di usare.
Per la frutta sciroppata si procede così:

La base di frutta

 Alzata per Torta e piattino a Foglia By Porcellana Bianca

Io ho utilizzato un barattolo di albicocche sciroppate Mariangela Prunotto, le migliori che abbia mai avuto il piacere di assaggiare.
Dato che avrete necessità di utilizzare anche lo sciroppo nella quale la frutta è contenuta, sarà necessario utilizzare un prodotto eccellente, poco importa se sono ciliege, albicocche, pesche o ananas, l'importante è la qualità.
E queste albicocche erano davvero perfette.

Aprite a metà le albicocche, denocciolatele, e disponetele nella teglia ben imburrata, con il lato interno rivolto verso il basso, a contatto con la superficie.

Una volta diposta la frutta in teglia, potrete versare l'impasto.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 45 minuti.

Per la glassa dorata


Più che una glassa è una gelatina fantastica a vedersi, dorata, con tante piccole bollicine al suo interno, sembrano gocce di resina che hanno intrappolato tante piccole stelle, una meraviglia!

 Per ogni 4 cucchiai di sciroppo (della frutta sciroppata)
3 cucchiai di zucchero

Mettete sul fuoco a fiamma vivace e fate addensare.
Attenzione, questa operazione va fatta solo quando la vostra torta sarà sfornata!

Una volta sfornata la torta, toglietela molto delicatamente dalla teglia, disponetela in un vassoio e cospargete abbondante glassa su tutta la sua superficie.

Per renderla ancora più golosa potete cospargerla di zucchero, la renderà croccantina e ancora più sfiziosa!



Ottima per i bambini servita accompagnata con un bel bicchierone di latte

Voglio dire, Gramlins e Furby sono così diversi?... A me sembrano identici....





FERMI TUTTI!





Tortelloni ripieni di melanzane di Shamira Gatta

Shamira ci ha inviato 4 ricette una più bella dell'altra per questo contest*. Quattro ricette originali e – oseremmo dire – gustativamente poetiche.
All'unanimità abbiamo scelto questi tortelloni : per la loro finezza, per l'originalità e l'equilibro dei sapori e degli ingredienti e per la sobrietà e l'eleganza del piatto, che la foto ben illustra.
Complimenti quindi al talento e alla cucina di Shamira che si aggiudica il 1° premio !

*ricordiamo che era possibile partecipare al contest con più di una ricetta ma che la quantità di ricette inviate non rientrava nei nostri criteri di scelta dei vincitori.Non è quindi per la quantità di ricette che Shamira vince questo contest, ma per la qualità della sua cucina, espressa nella ricetta di questi Tortelloni.



1 commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails