L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

lunedì 23 settembre 2013

Gnocchi di Patate Rosse e Melanzane su fonduta di Camembert al Bordeaux

I vicini di casa di mio padre hanno il pollice verde.
Da che ci sono loro, quell'angolo di giardino che prima ospitava solo il capanno dei piccioni ed il recinto delle galline, ed al massimo una fila di pomodori, è diventato un piccolo paradiso.
E se si ha la fortuna di avere dei vicini così, il bottino ogni volta è ricco.
Un loro amico ha portato dal suo ultimo viaggio in Romania, due buonissimi barattoli di miele per me (dei contadini, la non usano pesticidi, la differenza è tangibile, la si nota anche solo guardando il batrattolo) ed un sacchetto di patate per loro.
Ovviamente, quel sacchetto di patate, si è trasformato in un campo fiorito, e da quel campo, sono sbucati altri sacchi di patate, e da li, viene il ricco bottino che mi sono in parte portata a casa.
Sono patate particolari, piccole, bitorzolute, a buccia rossa, e molto compatte, in Romania le usano "in insalata", perchè non si sfaldano e non si riducono in purea anche se vengono cotte troppo.
La differenza in effetti si nota, si possono bollire per ore, ma lapolpa rimane soda e compatta, saporita e salina, con un gusto che si avvicina alla castagna, davvero buone!
Se poi non vengono dal supermercato, ma dal campo del vicino, lo sono ancora di più, no?
Ad ogni modo, ascoltando la storia di queste magiche patate che non assorbono acqua e rimangono compatte, ho pensato di utilizzarle per fare degli gnocchi; bhè, ho pensato che non assorbendo acqua, avrebbero richiesto meno farina, sarebbero venuti gnocchi più "patatosi" e morbidi, e così è stato.
Ovviamente, mi rendo conto che non avete a disposizione dei vicini che coltivano patate provenienti dalla Romania, per questo potrete sostituirle con patate Cherie, o pasta gialla e buccia rossa.
Man mano che impastavo, mi rendevo conto che la mia idea era giusta, le patate assorbivano pochissima farina, e quel retrogusto "castagnoso" rendeva il sapore davvero particolare e persistente.
Ho pensato quindi di prendere una bellissima melanzana striata, di quelle che hanno la polpa bianca come la neve, ed aggiungerla all'impasto, il risultato è stato una grande sorpresa.
La presenza della melanzana rendeva lo gnocco più morbido e quasi fondente, e la melanzana sposava a meraviglia quella nota di castagna, si esaltavano a vicenda in pratica.
Dato però, che questi gnocchi erano belli saporiti già di per se, talmente tanto che li si poteva mangiare tranquillamente scottati in acqua e conditi con un filo d'olio, ho pensato di affiancare un condimento dal sapore "consistente", un qualcosa di acidulo, che contrastasse il dolciastro di quella nota castagnosa, un qualcosa di vellutato, ricco e denso, che esaltasse la nota della melanzana...
Nasce così uno dei mie nuovi piatti....

Gnocchi di Patate Rosse e Melanzane su fonduta di Camembert al Bordeaux



Per gli gnocchi


200 g di patate tipo cherie o rosse di Bolgheri, o rosse Francesi
100 g di polpa di melanzana striata
farina q.b
sale e pepe nero appena macinato


Il procedimento lo sapete, bollite le patate con la buccia, quindi una volta pronte, sbucciatele, e schiacciatele.
Per la melanzana ci vorrà più tempo, dovrete avvolgerla nella stagnola e farla cuocere in forno a 180°, fino a che sarà morbidissima, quindi dovrete pelarla, tamponare il liquido in eccesso con un panno di cotone pulito e schiacciarla, a questo punto dovrete solo aggiungerla alle patate schiacciate.
Una presa abbondante di sale, una macinata di pepe, ed impastate energicamente, aggiungendo farina quanto basta per rendere l'impasto lavorabile.

Per la fonduta di Camembert al Bordeaux


50 g di burro
1 bicchiere di panna
80 ml di Bordeaux
sale e pepe
1 cucchiaio e mezzo di concentrato di pomodoro
100 g di Camembert
1 rametto di timo fresco
2 cucchiai di farina

In un pentolino fate sciogliere il burro, unite la farina e mescolate, fino a che non avrà assunto un colore dorato.
Unite il vino, continuando a mescolare, ed il timo fresco, fate restringere, ed unite la panna ed il Camembert a cubetti.
Se necessario allungate con un filo di latte.
Unite il concentrato, mescolate, salate e pepate.

Componiamo il piatto

Disponete uno specchio di fonduta sul fondo del piatto, quindi gli gnocchi conditi con un filo d'olio.
Pepate a piacere e servite.







4 commenti:

  1. Wow. Gran bella cosa avere il pollice verde o dei vicini che lo hanno. Io faccio seccare anche i cactus!!!

    RispondiElimina
  2. patate e melanzane? wow che buoni! e quella fonduta? parliamone.. stupenda

    RispondiElimina
  3. Davvero un'ottima intuizione. Ora però mi hai fatto curiosità e vado a cercare di trovare ste patate...si troveranno da qualche parte no??

    RispondiElimina
  4. complimenti!!!!! ottimo abbinamento!!! conosco queste patate e sono ottime!!!
    mi aggiungo ai tuoi followers e se ti va , ti aspetto da me!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails