L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 13 settembre 2013

A cena con Il Tonnotto - le semifinali: Tramonto di Settembre

Vi ricordate la cena che proposi per la prima sfida del contest del Tonnotto?
Fu una cena a tema, con tovagliati blu, centrotavola di corallo, segnaposto fatti con le conchiglie, la chiamai "viaggio al mare", e servì ai miei ospiti:

 
Millefoglie di Cesar Salad allo Sgombro

Ravioli affumicati ai gamberi con salsa alla liquirizia e sale nero

Flan di tonno su passatina di fagiolini e germogli di Girasole
Era la prima fase del concorso, ed ho passato il turno.
Ho gareggiato contro una bravissima e validissima sfidante,Ivana, che ha preparato dei piatti deliziosi!
Sono felice di aver passato la prima sfida, e per la seconda, avevo in mente una cena assai particolare, che poi però, a causa di orari di lavoro terribili (in pratica uscivo di casa la mattina e tornavo poco prima di cena, orario impossibile per organizzare una cena come si deve) in più, volevo fare una sorta di pic nic chic, ma l'idea, visto pioggia e vento, è andata a farsi benedire...
Tuttavia, dopo giorni in cui ho passato la mia pausa pranzo, facendo esperimenti per una ricetta delle tre che avevo in mente, mi sono ritrovata al primo giorno utile, e la cena si è trasformata in un pranzo, e quale migliore occasione di un pranzo da Re, per festeggiare il primo giorno di scuola elementare di Keira!?!
E quindi eccoci qua, dopo un pranzo in cui, devo dirlo, il primo, ovvero il piatto che per giorni ho modificato, ha fatto faville.
Questa volta lo stile "viaggio al mare" in blu ed elegante, ha lasciato il posto ad uno stile più rustico, più caldo e dai toni un'pò autunnali, questa cena è un inno al tramonto, al mare, ed allo stare insieme, quindi, andate di corsa a prendere i fantastici prodotti de  L'isola d'oro , ed unitevi a me in questo pranzo, e, come ha giustamente suggerito mia figlia, abbandonate le posate per l'antipasto, caldissimi e croccanti falafel di sgombro da intingere in una mousse di hummus, fate scarpetta con il morbido sughetto del primo (letteralmente da mangiare il piatto), gustatevi un gustoso e semplice secondo, impreziosito da una salsa cremosa e vellutata.....

Tramonto di Settembre

L'apparecchiatura

Tovaglia a scacchi rossi e bianchi, un classico quando si parla di cene in campagna.
Per i segnaposto ho utilizzato foglie secche e farfalle di vetro, spesa minima, potete farlo anche con le foglie secche soltanto, ed il nome scritto su una mini pergamena, effetto assicurato!
Piatti grandi, sui toni dell'arancio e dell'oro, appoggiati su grandi taglieri di legno.
Bicchieri e posate un'pò retrò, più sono lavorati e sfaccettati, meglio è!

Centrotavola di fiori secchi, o, se preferite, al centro della tavola, su una grande tagliere, ma solo per cena, disponete delle grandi candele, secorando la base del tagliete con pigne e rametti o con foglie di alloro, salvia e rametti di mirto.

Il menù

Antipasto 

Falafel di sgombro con spuma di Hummus e pesto di prezzemolo



Primo
Gnocchetti al nero ripieni di burrata e bottarga su velluatata di vongole affumicate
Secondo
Tenerone di tonno e pistacchi su salsa Demi Glacè alle acciughe


Le ricette

Falafel di sgombro con spuma di Hummus e pesto di prezzemolo

Per l'hummus


200 g di ceci prelessati (potete utilizzare anche quelli in scatola)
2 cucchiai di succo di limone
1/2 spicchio d'aglio
pepe nero
sale
abbondante olio extra vergine d'oliva
In un robot a lame unite tutti gli ingredienti, e frullate fino ad ottenere una crema liscia, quindi con le fruste "montate" il tutto, disponetelo in un sac a poche, e passate alla preparazione dei falafel
Falafel di sgombro
200 g di sgombro  L'isola d'oro
1 mazzetto di prezzemolo
1 tuorlo d'uovo
1/2 spicchio d'aglio
un filo di olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b
farina q.b
Unite tutti gli ingredienti nel robot a lame, tutti tranne la farina, che dovrete aggiungere dopo aver frullato il tutto.
Dovrà essere in quantità necessaria per rendere il composto abbastanza malleabile (ricordatevi che le palline le realizzerete con l'aiuto di due cucchiaini, quindi non dovrà essere troppo compatto)
Friggete in abbondante olio di semi, creando delle piccole palline di impasto con 2 cucchiaini


Per il pesto di prezzemolo

Unite :
50 g di pistacchi
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe
olio extra vergine q.b

Frullate il tutto

Componiamo il piatto:

Con il sac a poche, disegnate una "S" sul fondo del piatto, quindi disponetevi delle gocce di pesto di prezzemolo, ed infine i falafel, servite subito.
Le opinioni degli ospiti: 
Questo piatto è piaciuto perchè:
-invita ad abbandonare le posate, e mangiare con le dita-
- è uno street food revisitato, servito in maniera molto carina, ce ne vorrebbero almeno 20 di falafel!-
-la crosticina dei falafel è croccante al punto giusto, dentro sono morbidi ed il sapore dello sgombro si sente alla perfezione!
Viene esaltato da questa ricetta, e poi la salsina di ceci, leggermente agliata e limonosa, è fantastica!
-ne voglio ancora!-

Piatto approvato!

Gnocchetti al nero ripieni di burrata e bottarga su velluatata di vongole affumicate

Perdonatemi, ma qui devo abbandonare la modestia, perchè dopo giorni e giorni di prove, sono riuscita a creare questo piatto che, a pare mio, (poi a voi può anche non piacere) è spettacolare!
Gli ingredienti si sposano a meraviglia tra loro, lo gnocco al nero di seppia, racchiude un fresco ripieno di burrta impreziosita dalla bottarga de  L'isola d'oro, il tutto adagiato su una crema di vongole affumicate, cotte in consommè di pomodoro, una delizia!!!!!

Per gli gnocchi
patate lesse
farina q.b1 pizzico di sale
nero di seppia L'isola d'oro
Sapete come fare, schiacciate le patate bollite, unite sale e nero di seppia, farina q.b fino ad ottenere un impasto malleabile.
Quindi, stendete dei cerchietti sul palmo della mano e farciteli con il ripieno, con delicatezza richiudeteli e cercate di dare la forma di una cozza.
Il ripieno
100 g di burrata
2 cucchiai di ottimo olio extra vergine d'oliva
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di bottarga  L'isola d'oro 
Unite tutti gli ingredienti,mescolate, ed usate il composto per farcire gli gnocchi ( si lo so, vi dite "i" gnocchi, a me piace dire "gli" ;p ).

Per  il consommè di pomodoro
1 lt di acqua
6 pomodori san marzano
4 cucchiai di ottimo olio extra vergine d'oliva
sale 
qualche goccia di tabasco

Incidete i pomodori e fateli bollire in acqua, fino a che l'acqua si colorerà di rosso.
A questo punto filtrate il brodo ottenuto, rimettetlo sul fuoco, unite olio, sale e tabasco e fate restringere, avrà un buonissimo sapore di pomodoro!


Per la vellutata di vongole

100 g di vongole affumicate L'isola d'oro
Per affumicare le vongole:

In una pentola disponete su un lato un cartoccetto di carta stagnola.
Riempite lo con foglie di salvia secche e, facoltativo, rametti secchi di melo.
Date fuoco a foglie e rametti, soffiate sulla fiamma, affinchè si spenga, ed appena vedrete "la punta rossa" dalla quale esce un bel filo di fumo, disponete le vongole dalla parte opposto della pentola, chiudete e trasferite in frigorifero.
Ripetete l'operazione tre volte.
sale e pepe
1 noce di burro
1 cucchiaio di farina
1/2 bicchiere di panna
2 bicchieri di consommè di pomodoro
Unite le vongole affumicate al consommè di pomodoro, e con un buon frullatore ad immersione frullate fino ad ottenere una crema liscia.
In un pentolino fate sciogliere la noce di burro, unite la farina, fate dorare leggermente ed aggiungete la panna, quindi la crema di vongole.
Fate addensare mescolando, salate e pepate.
Componiamo il piatto
Disponete sul fondo del piatto la vellutata di vongole, quindi gli gnocchi, condite con un filo d'olio e rondelle di pomodoro.
I commensali dicono:
-fantastici!Ne voglio ancora!"
-il sapore del nero di seppia viene esltato dalla nota affumicata di questa salsa di vongole, che sa veramente di mare!
La burrata poi è il coronamento del piatto, perfetto!-
-A me non piacciono molto gli gnocchi di solito, ma questi si sciolgono in bocca, poi c'è questa cosa dentro, un'pò filante un'pò cremosa, che è una sorpresa che quasi non ti aspetti!-
- le vongole affumicate non le avevo mai sentite, men che mai una salsa di vongole, però è così saporita, cremosa e davvero fantastica, del pane c'è?!Perchè mi dispiacerebbe parecchio lasciarne anche solo una goccia nel piatto!
Io dico, che per me, è stato il miglior piatto del pranzo, e ci terrei tanto a farvelo provare, quindi, provatelo e ditemi cosa ne pensate, è fantasticamente buono!
 

Tenerone di tonno e pistacchi su salsa Demi Glacè alle acciughe
per il tenerone:
380 g di tonnotto  L'isola d'oro
80 g di parmigiano grattugiato
3 cucchiai di pangrattato 
1 cucchiaio di farina
3 tuorli
Unite tutti gli ingredienti in un robot a lame, frullate, unite quindi
40 g di pistacchi sgusciati
disponete in un cartoccio di stagnola, a cui darete forma di un salsicciotto, chiudetelo bene, mi raccomando!
Fate cuocere in acqua bollente per 20 minuti.

Per la salsa demi glacè alle acciughe

La salsa demi glacè è una salsa che viene preparata utilizzando il fondo bruno della carne, io ho pensato di ricrearla in versione di mare.

20 ml di olio extra vergine d'oliva
2 grandi spicchi d'aglio in camicia
sale
pepe nero in grani
1 rametto di rosmarino
2 gocce di tabasco
1/2 cucchiaino di salsa di soia
1 bicchiere di panna
3 acciughe  L'isola d'oro
1 bicchiere di brodo di pesce 
Fate soffriggere nell'olio l'aglio ed il rosmarino,unite il brodo di pesce e fate cuocere lentamente fino a che non si sarà ristretto.
A questo punto eliminate gli spicchi d'aglio, ed il rametto del rosmarino (staccate gli aghi e lasciateli nell'olio), unite la panna, la salsa di soia ed il tabasco, frullate con il frullatore ad immersione, fate addensare, salate e pepate.

Componiamo il piatto


Tagliate, con cura, il tenerone di tonno a fette spesse circa 1 cm, copritele con la salsa, spolverate con il pepe e servite subito!

Le opinioni dei commensali:

-E' davvero tenerissimo, e questa salsa, sembra fatta quasi con la carne!-
-Molto buono davvero, mi piace anche la consistenza del pistacchio, un'òp croccantino, in mezzo al tutto, poi si scioglie in bocca, ben fatto!-
-All'inizio mi sembrava quasi un polpettone, ma ammazza quanto è buono, questo di polpettone non ha niente, è delicato, si scioglie in bocca e la salsa è abbinata alla perfezione!-
-mamma posso averne ancora????-





Sono in semifinale! Se il mio menù e la mia apparecchiatura vi sono piaciuti, mi concedereste un piccolo voto? 

Basta un commento dove esprimete la vostra preferenza, a questo link:https://www.facebook.com/media/set/?set=a.528060213930765.1073741830.196438180426305&type=1


4 commenti:

  1. Non ho purtroppo facebook ma.. complimenti tesoro! Sei stata bravissima e creativa e sono felice della tua semifinale!! Tifiamo tutti per te, stella!! TVTTTB

    RispondiElimina
  2. Ciao!!! Ti ho nominata tra i miei vincitori per il: "The Versatile Blogger Award"!!!
    http://peppersmatter.wordpress.com/2013/09/13/the-versatile-blogger-award/
    A Presto!!!

    RispondiElimina
  3. Che bella scoperta il tuo blog! Certo che ti voto, faccio di più, mi unisco ai tuoi lettori e... incrocio le dita per te!

    RispondiElimina
  4. Complimenti, ti sosteniamo tutti anche solo con il pensiero, sei stata bravissima :D

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails