L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 25 novembre 2010

Cucina molecolare - La Lecitina nella pasta - parte prima




Siamo quasi giunti alla fine del nostro lunghissimo paragrafo sulla lecitina.
Quindi, arrivati al sesto appuntamento con la nostra rubrica di cucina molecolare abbiamo scoperto che la Lecitina è perfetta per ottenere salse senz'olio, per sostituire i tuorli, rendere gli impasti più morbidi...
Oggi scopriamo come può essere utile nella pasta.

Si avvicinano le feste di Natale, e forse, anche le vostre nonne per le feste si alzavano presto per preparare la pasta fatta in casa e gli gnocchi; io tengo viva la tradizione, ed anche per questo Natale sulla tavola porterò tagliatelle fatte con le mie manine, magari condite con un ottimo ragù di cinghiale che ho gia preparato e messo da parte.
La lecitina nella pasta a cosa ci serve? A farla estremamente sottile!! A renderla praticamente un velo!

E quindi ecco a voi la ricetta di oggi:

Tagliatelle di pesto

Forse a questo punto vi starete chiedendo perchè "di pesto", bhè ecco, questo non ha niente a che vedere con le straordinarie capacità della lecitina, questo ha a che vedere con me, la mia voglia di fare la pasta, e gli ingredienti mancanti per un sugo decente, quindi, ho destrutturato la pasta al pesto, ed ho infilato il pesto nella tagliatella....


X la Pasta:

1 uovo e 100 gr di farina a persona
lecitina
acqua
sale

pinoli
aglio
parmigiano
basilico
olio


Prima di tutto dobbiamo lasciare a mollo la lecitina in acqua, e dobbiamo almeno 15 minuti prima di iniziare a fare la pasta, quindi procediamo come di consueto.

Uniamo la farina alle uova, un pizzico abbondante di sale ed impastiamo, allunghiamo con l'acqua contenente la lecitina fino ad ottenere un impasto liscio e facilmente lavorabile.
A questo punto, per fare le tagliatelle di pesto, uniamo i pinoli sbriciolati ed il basilico tritato finissimo!!!

Lasciamo riposare un'pò e poi stendiamo la pasta e la tagliamo.
Nella foto potete vedere quanto è fine lo spessore, è praticamente trasparente nonostante la presenza dei tuorli che danno colore!!




Poi la lessiamo in acqua bollente salata, ci vorranno circa 2 minuti.

In una padella facciamo soffriggere l'aglio nell'olio, ci saltiamo le tagliatelle, e le condiamo con abbondante parmigiano.


La prossima settimana il capitolo sulla lecitina sarà definitivamente concluso, vi insegnerò un ultimo trucchetto per rendere l'effetto "pasta tirata a velo" ancora più trasparente.

2 commenti:

  1. non ho capito quanta lecitina occorre...

    RispondiElimina
  2. bello il tuo blog,complimenti.
    per la lecitina scrive sulla scatola si usa 2 max 3% dalla farina che metti. Quindi 100g farina=2 g lecitina

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails