L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

lunedì 22 novembre 2010

Carciofi alla Giudia

I carciofi alla Giudia sono tipici di Roma, questo piatto è nato nel ghetto ebraico di Roma, quindi parliamo di parecchio tempo fa, veniva mangiato dopo kippur, una festività ebraica detta anche "festa dell'espiazione", in cui per un giorno intero si digiuna e si evitano lavori e divertimenti, 25 o 26 ore di riposo, preghiera e raccoglimento, quest'anno Kippur è caduto il 17 settembre.
Alla fine del digiuno le massaie preparavano con le mammole, tipici carciofi laziali, questo piatto semplicissimo e molto saporito.



2 carciofi a testa
olio per friggere
sale
pepe

Si puliscono i carciofi, togliendo le foglie esterne più dure e le spine, e si lasciano a mollo in acqua e limone.
Intanto scaldiamo abbondante olio in una padella, e cuociamo per una decina di minuti i carciofi.
Li scoliamo bene, li schiacciamo, aspettiamo che si raffreddino e li condiamo all'interno con sale e pepe.
Si lasciano riposare almeno una ventina di minuti, poi, li rituffiamo in olio bollente e li friggiamo bene, in modo che diventino belli croccanti!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails