L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 11 giugno 2010

Pasta risottata arzelle e cannolicchi



Quando io ero piccola i gusci dei cannolicchi abbondavano sulle spiagge, mia mamma mi portava al mare la mattina presto, ed io mi precipitavo ad "assaggiare" l'acqua, e quando dicevo assaggiare intendevo sentire con i piedi se era calda o fredda...
Correvo nell'acqua, facevo il bagnetto e poi, dopo pranzo, passavo il tempo a costruire castelli di sabbia e cercando conchiglie con le amiche.
Chiamavamo i cannolicchi "unghie di strega" per la loro forma strana, e riempivamo i secchielli con gusci di vongole, noci o cuori di mare e con le arzelle, già, qui noi le telline le chiamiamo arzelle.

Qualche giorno fa ho sentito alla televisione l'annuncio del nuovo decreto di divieto di pesca di cannolicchi, seppioline, telline, calamaretti ecc ecc
Dovremo dire addio alla frittura di paranza?
Ad un bel primo di mare con le tanto care telline?

Quando ho sentito questa notizia alla televisione ho guardato mia figlia seduta sul seggiolone, ignara di tutto quello che stava dicendo il cronista, ed affascinata solo dalle immagine di barche e pesci, ed ho pensato a lei, che magari un giorno, da grande mi chiederà "mamma come sono le arzelle? E le seppioline?"
Ed io le risponderò che una volta, quando la pesca di tutte queste cose era ancora legale, lei le ha mangiate, quindi, armata di buona volontà e di contrarietà riguardo a questa nuova legge, sono andata al mercato.

Sono tornata a casa con un ricco bottino, che non prevedeva solo arzelle o cannolicchi, ho preso un'pò di tutto, per me fare spesa al mercato la mattina è un'pò come per un'adolescente modaiola comprarsi una Louis Vuitton sugli Champ Elisee.
Non che io non sia mai stata un'adolescente attirata dallo shopping è, intendiamoci, a 15 anni ero fissata con il mio chanel n5, e lo porto ancora, ma anche allora, la parte di me malata di cucina, che probabilmente era molto più dormiente di ora, mi imponeva di comprare e riportare "in patria" spezie, ricette e specialità tipiche del luogo.

E così me ne tornavo con spezie strane ed introvabili , perchè qualche anno fa, non molti, giusto una decina, qui da noi il supermercato più fornito era a km di distanza, era l'ipercoop, non così lontana da non poterci andare e non così vicina da poterci fare abitualmente la spesa, ed il carrefour.
C'era la conad, molto piccola e la coop qua da noi, che per noi era la "cooppona" perchè era enorme!!!

Adesso abbiamo l'ipercoop a due passi, stavolta davvero "enorme" è circolare con una trentina di negozi più il supermercato che vende spezie che 10 anni fa alla conad di quartiere erano introvabili, che vende carne e pesce provenienti dall'altra parte dell'emisfero terrestre, ed è sempre fornita di frutta fresca tropicale, manco fossimo alle Maldive...

Già, bisogna ammettere che i supermercati per molti sensi, a noi che amiamo i sapori nuovi, ci ha salvato la vita...

Ma non dilunghiamoci troppo, iniziamo con la ricetta di questa pasta risottata, risottata perchè si fa in padella come i risotti, allungandola con il brodo.

Per 2 persone vi occorreranno:
1 etto di cannolicchi
2 etti di arzelle
2 etti di spaghetti
1 spicchio d'aglio
1 filo d'olio
un mazzetto di prezzemolo
1 peperoncino
1 etto di asparagi selvatici
1 lt di brodo
sale alle alghe
1 noce di burro


In una padella molto larga fate scaldare un filo d'olio e soffriggetevi l'aglio tagliato molto finemente e d il peperoncino, unite quindi i cannolicchi, le arzelle, e gli asparagi selvatici tagliati a tocchetti,



sfumate a piacere con un'pò di vino ed aggiungete gli spaghetti.
Allungate con il brodo portando a cottura la pasta, a fine cottura aggiungete abbondante prezzemolo tritato ed una noce di burro, aggiustate di sale e servite.

2 commenti:

  1. Che meraviglia questa padella con i cannolicchi, mi fai morire con tutto questo pesce. . . davvero, e pure gli asparagi selvatici che raccoglievo da bambina. . . adesso vado anzi devo andare che diventa doloroso non poter gustare queste delizie con le mie papille, ma torno , ciao

    RispondiElimina
  2. torna torna ti aspetto!!!
    è sempre un piacere vedere un tuo commento da queste parti

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails