L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 31 marzo 2017

Ravioli di aragosta al profumo di fragole e prosecco su burro montato alle erbe selvatiche

La mia cucina profuma di fragole ed erba fresche; questa mattina, di buon ora, mi sono alzata e mi sono incamminata nel bosco, per raccogliere erbe selvatiche.
Il tempo era strano, il sole coperto da una coltre di nubi spesse e voluttuose, che velavano anche le montagne e ne impedivano la vista, l'aria lattigginosa rendeva il paesaggio innaturale, e stranamente silenzioso, non un fringuello cantava, e neanche i passerotti cinguettavano, forse ancora addormentati ed intontiti da quella strana luce argentea ed innaturale.
Sono tornata a casa con un ricco bottino, aglietto selvatico, trifogli di vari colori, alloro, borraggine, menta selvatica...

Così, tornata a casa, mi sono messa a preparare la pasta per i ravioli.
Ho voluto creare dei ravioli particolari, per impastare la semola ho utilizzato la centrifuga di fragole, e nell'acqua di cottura ho aggiunto del prosecco, che ha reso la pasta profumata.
Ho condito poi i ravioli con una spuma di burro all'aglio selvatico e trifoglio.

Ravioli di aragosta al profumo di fragole e prosecco su burro montato alle erbe selvatiche 



Per 2 persone

Per la pasta

50 g di semola rimacinata
90 g di farina 00
estratto o centrifuga filtrata di fragole q.b
1 tuorlo

Impastate le farine con il tuorlo e l'estratto di fragole fino ad ottenere un composto liscio e non appiccicoso.

Per il ripieno 
 

250 g di polpa di aragosta
20 g di stracchino di capra
1 pizzico di scorza di limone
una presa di sale
pepe nero q.b

Frullate tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere una crema.
Aggiustate di sale e di pepe, lasciate riposare per almeno 30 minuti in frigorifero.

Per il burro montato

 

100 g di burro d'alpeggio
20 g di olio extra vegine d'oliva delicato
30 g di panna fresca o latte intero
una presa di sale
una presa di pepe nero macinato fresco
un mazzeto di foglie tenere di aglietto selvatico
un mazzetto germogli di trifoglio freschi

Unite tutti gli ingredienti nel robot a lame e frullate fino ad ottenere una spuma di burro, liscia e morbida.
Questo burro è ottimo anche spalmato sui crostini, e per imburrare panini, da mangiare così o da farcire.

Componiamo il piatto


20 g di Aceto balsamico Acetaia Giusti
100 ml di prosecco
1 l di acqua effervescente naturale

In una pentola unite 1 litro di acqua, 100 ml di prosecco e 20 g di aceto balsamico.
Portate ad ebollizione e salate.
Stendete la pasta, disponete il ripieno sulla sfoglia ottenuta e ricopritela con un altro velo di pasta; formate i ravioli e tuffateli nell'acqua al prosecco.
Disponete sul fondo del piatto un velo di burro montato, quindi scolate i ravioli e deponeteli sopra al burro, oppure, a piacere, saltateli in padella con questo burro.
Decorate con fiori di aglietto selvatico ed una spolverata di pepe nero.
Servite.





Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails