L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 27 agosto 2014

Nuvolette di Drago Nero, con Passo Passo Fotografico per realizzarle

Immaginavo che la ricetta per realizzare in casa gustose Nuvolette di Drago non sarebbe passata inosservata, ma non immaginavo così tanta attenzione, e per questo vi ringrazio moltissimo!
Dunque, tra tutti i vostri commenti, qua e su facebook, due in particolare mi hanno colpito parecchio:

Il primo, di Annalisa, che chiede un passo passo fotografico di come si realizzano

Il secondo di un certo Anonimo, che asserisce che le nuvolette di Drago sono pezzi di Medusa fritta (per leggere il commento cliccate: qui)

Dunque, vorrei per prima cosa tranquillizzare tutti, che le nuvolette di Drago, non contengono assolutamente Meduse, e tantomeno non sono pezzi di Meduse fritte.
Ma dato che questo Signor Anonimo, mi ha lasciato pure un link, a riprova della sua tesi, in cui, su un forum, se ne discute animatamente (qui), vorrei soffermarmi sul "Cosa sono le nuvolette", perchè mi è parso di capire, che alcune persone hanno le idee un'pò confuse....

Le Nuvolette di Drago non sono patatine, chips si, patatine no, in quanto non sono assolutamente patate, sono realizzate con surimi di pesce, o polpa di gambero ed amido.
Non sono sfoglie di patate, non è grasso di gambero, non sono meduse, e fidatevi non sono neanche fatte con i draghi, anche se il nome, potrebbe farlo pensare....

Detto ciò passiamo alla ricetta, con il passo-passo fotografico.
Vi assicuro che è più difficile leggere la ricetta che farla, e con le foto vi sarà tutto più chiaro.
A riprova del fatto che sono state fatte in casa, ho realizzato delle Nuvolette di Drago al Nero di Seppia, buone e croccanti, identiche alle classiche Nuvolette Bianche, ma con un gusto più salino e l'inconfondibile sapore del Nero.

Nuvolette di Drago Nero, con Passo Passo Fotografico per realizzarle


100 g di surimi (di granchio, gambero...)
100 g di amido di tapioca*



1 presa di sale o una presa di glutammato monosodico a piacere
1 punta di cucchiaino di nero di seppia




*Questa volta ho sostituito l'amido di tapioca con 50 g di frumina e 50 g di di fecola di patate, dato che, molti di voi, l'amido di Tapioca non sanno dove trovarlo.
Il risultato è un'pò meno "scioglievole", e più croccante della classica nuvoletta, ma comunque buono.






Con l'aiuto di un robot a lame, tritate finemente i surimi, tanto più saranno tritati, migliore sarà il risultato, quindi sminuzzateli fino a polverizzarli il più possibile.
L'operazione è un'pò ostica, lo so, volendo potete aiutarvi con un filino di salsa di soia.
Unite frumina, fecola e una punta di cucchiaino di nero di seppia e frullate ancora, quindi impastate a mano.
Inizialmente il composto tenderà a sbriciolarsi, ma non demordete, amalgamate fino ad ottenere una palla omogenea, che non si attacca alla superficie, la consistenza sarà simile a quella di una frolla un'pò molliccia ed untuosa.
 Ricavate un cilindro lungo e compatto, una sorta di grande salsicciotto e trasferitelo nella vaporiera.


In foto a partire dall'alto: I Surimi di Granchio, Il composto di Surimi tritato, Il salsicciotto prima della cottura


Ora, se avete provato a fare le nuvolette in casa, quelle già fatte, che si trovano in commercio nei negozio che vendono cibo Asiatico, saprete che le nuvolette in questione, dentro le scatole, quelle da friggere, si presentano come piccoli dischetti duri, che, una volta immersi in olio triplicano di volume.
Dato che in casa non è possibile ottenere quel risultato, vi consiglio, di non creare un salsicciotto troppo piccolo, perchè quelle fatte in casa non triplicano di volume, quindi, onde evitare di trovarvi con piccole ostie, non fate troppo fine il vostro salsicciotto!





In foto a partire dall'alto: Il salsicciotto cotto a vapore, Il salsicciotto Raffreddato, Le chips essiccate
 
In Foto: Le Chips Essiccate

Fate cuocere per circa 35/40 minuti, a seconda della grandezza., quindi, toglietelo dalla vaporiera e tamponatelo con un panno pulito.
Alla vista sarà traslucido, al tatto compatto e sodo.
Fatelo raffreddare e con un coltello a lama liscia, o meglio, con un'affettatrice, ricavate tante piccole fettine, mi raccomando, più sono fini, meglio è!




Una volta ricavate le fettine dovrete disporle su un foglio di carta da forno, ed aspettare che si secchino, e ci vorrà un'pò, perciò mettetevi l'animo in pace...
Oppure no, basterà essiccarle con un essiccatore, o in forno a 60° per qualche ora, fino a che non abbandoneranno la consistenza gommosa per diventare una sorta di chips meno traslucida e più croccante.

 

Friggetele in abbondante olio di semi.
Le vedrete arricciarsi nell'olio, e dorare supervelocemente, attenzione, cercate di non farle dorare troppo, perchè dall'essere pronte, all'essere bruciate, fidatevi, è un'attimo, e queste diventano dorate con più facilità, perciò non abbandonatele in padella pensando di cuocere delle patatine fritte, una nuvoletta cuoce in media in 3- 5 secondi!



Piatto a barchetta trasparente Poloplast.

3 commenti:

  1. Ussignur. Pezzi di medusa fritta? E' la prima volta che sento questa versione, onestamente °_° e mi inquieta non poco...! ^o^' Ma anche io ho sempre saputo che le nuvolette erano fatte di surimi... anche perchè la medusa fritta non credo avrebbe una trama 'ariosa' no? Poi vabbè, magari sono ignorante io e ne prendo atto... Come prendo atto che tu sei un genio, tesoro!! Veramente, guarda che hai creato.. tu hai proprio un vero talento... ti adoro!!! <3 <3 Vorrei essere lì per gustarle con voi, sono perfette! TVTTB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già penso anch'io, ed essendo composta da un'altissima percentuale d'acqua credo che infilarla nell'olio sia la cosa meno indicata da fare....
      Ma quanti complimenti mi fai!?!?!?!?
      Mi fai diventare tutta rossa!!!
      La mia porta per te è sempre aperta, ricordatelo!!!!

      Elimina
  2. Complimenti per il tuo blog e queste riuscite sperimentazioni! Ti ho appena scoperto tramite un'amica e ci siamo unite ai tuoi lettori fissi. Se ti va di passare da noi ci trovi qui:
    www.sevacolazione.blogspot.it
    V

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails