L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

martedì 26 agosto 2014

Involtini di foglie di vite ripieni di trota affumicata con il suo Caviale

Li ho assaggiati la prima volta anni fa, ero ospite a casa di nuovi vicini, che volevano preparare le specialità del loro paese: la Romania.
Tutte ricette di famiglia, con prodotti portati da li, come il miele del contadino, che era puro nettare.
Un sacco di manicaretti ed antipastini, ma, quello che mi è rimasto in mente, indelebile come marchiato a fuoco, era sicuramente il piatto più particolare di tutti...
Il Dolma, letteralmente in Turco significa "ripieno", è un involtino di foglia di vite ripieno di riso, spezie e condimenti vari...
E' un piatto tipico del Medio Oriente, lo si trova anche in Romani,a Grecia, Turchia, con le sue varianti in Siria, Armenia ed Azerbagian, gli Armeni lo chiamano Tolma, i Greci Dolmas, ma il succo non cambia, avrete sempre a che fare con deliziosi involtini di foglie di vite, ripieni di riso o granno con carne, o riso e pesce, oppure riso e verdure....

Il procedimento è sempre lo stesso, e se mi seguite vi insegnerò anche a piegarle, con un passo-passo fotografico, non siate scettici, le foglie di vite hanno davvero un buon sapore ( quelle fresche dico, perchè a me quelle conservate sotto sale o aceto non mi piaccino affatto, come non mi piacciono i dolma che a volte trovo già pronti in alcuni supermercati nel reparto etnico).


Ho trovato questa ricetta, o meglio, una versione molto simile, su un libro di cucina, e mi sono presa un'pò la briga di modificarla, primo perchè a me una manciata di coriandolo fresco, così abbondante, non mi piace, secondo perchè, la ricetta richiedeva l'eglefino, che io, al momento non trovo, perciò, ho fatto di testa mia, ho affumicato una trota fresca ed ho utilizzato quella, come sapore diciamo che ci siamo andati vicini al sapore dell'eglefino, ed il risultato è stato più che soddisfacente, molto buono, così buono che ha convinto anche il mio fidanzato, che in quanto a piatti nuovi o strani, è sempre molto scettico e prevenuto, quando mi ha vista arrivare con un piatto pieno di "cosi" a forma di sigaro, fatti con le foglie di vite ha storto un'pò il naso, poi si è assicurato che io fossi certissima che le foglie di vite non sono tossiche, e poi alla fine si è deciso ad assaggiarli, e gli sono piaciuti!
Bèh, che avevo in mente di fare un piatto non molto convenzionale doveva capirlo quando gli ho chiesto di estirpare un paio di rami di vite, di quella bella, con le foglie grandi, che cresce nel giardino di casa sua.....

Comunque, tornando a noi, l'eglefino ha lasciato il posto alla trota affumicata home made, con le mie manine, il coriandolo, per magia è diventato prezzemolo, e poi, già che c'ero, ho fatto in casa pure il caviale, e l'ho servito  con gli involtini, ma si, vogliamoci bene!!!


Involtini di foglie di vite ripieni di trota affumicata con il suo Caviale



20 foglie di vite, grandi e non trattate
2 manciate di riso Buono Carnaroli
1 cipolla bianca
1 mazzetto di prezzemolo fresco
olio extra vergine d'oliva
1 pomodoro san marzano
1 filetto di trota affumicato (come affumicare: qui)



Lavate per bene le foglie di vite, quindi sbollentatele per pochi secondi in acqua bollente, fino a che non schiariranno di colore.
Ponete le foglie, con delicatezza, tra due panni umidi, affinchè non si secchino.
Nel boccale del robot a lame unite il pomodoro, la cipolla ed il prezzemo, tritate fino ad ottenere una purea.
In una padella antiaderente versate un filo abbondante di olio extra vergine d'oliva, quindi in battuto di cipolla; fate dorare a fuoco basso.
Private il filetto di trota affumicato, di pelle e lische, tritatelo finemente, ed unitelo al soffritto.


Vi consiglio, se avete la possibilità, di affumicare anche il fegato della trota, e di unirlo al composto.
Unite il riso, coprite con acqua, chiudete per bene con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento.
Non appena il riso sarà cotto lasciatelo raffreddare.
Adesso non vi resta che farcire le foglie di vite.
Disponete al centro delle foglie, il ripieno a base di riso, compattatelo con le dita leggermente inumidite, quindiripiegate la base della foglia sopra il ripieno, quindi chiudete i bordi adagiandoli con le punte verso il centro, ed infine ripiegate l'involtino su se stesso, in modo che la punta della foglia risulti sotto l'involtino, così facendo non si aprirà in cottura.



Ripetete l'operazione fino ad esaurimento foglie.
Una volta preparati tutti i vostri involtini sistemateli in un cestello per la cottura a vapore, e lasciateli cuocere per circa 10 minuti.
Servite caldi o freddi.

Io li ho serviti tiepidi, coronandoli con Caviale di Trota Home Made, curiosi di sapere come si fa???
Ho guarnito con fettine di limone.



1 commento:

  1. Ahah, me lo immagino il tuo amore scettico... e mi immagino il tuo dolce visino mentre gli chiede di estirpare due o tre rami di vite ahah! <3 Sei troppo bella, tesoro. Veramente. Come questo piatto: ogni tuo tocco sa dare una marcia in più a tutto. Sai rendere ogni cosa proprio... speciale, sì! <3 Complimenti, è elegantissimo e sarei curiosa di provarlo: da sempre volevo usare le foglie di vite ma non ne ho mai trovate fresche... e come dici tu, proprio non riesco a farmi andare giù quelle inscatolate! TVTTTTB

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails