L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

mercoledì 23 maggio 2012

Fès e Meknes - Parte 2° -

19 maggio

Meknes e Volubilis


Ci siamo alzati presto, o meglio, io mi sono alzata presto, non so perchè, ma quando sono in vacanza non riesco a dormire fino a tardi, vorrei è, ma proprio non riesco, sarà la voglia di andare in giro ad esplorare, non so...
Scendiamo nel salone ristorante, dove ad aspettarci troviamo tavole imbandite con ogni ben di Dio: ottimi panini ancora caldi, formaggi vari, uova sode, salsicciotti rossissimi, biscotti alle mandorle, sfogliatine alla crema, panini al cioccolato,  frittatine fatte sul momento con pomodori e formaggio, latte, caffè, tè e spremuta d'arancia appena fatta, riccioli di burro, marmellate e miele a volontà...
Dopo una ricchissima colazione, abbiamo chiamato il nostro autista, che non si è fatto attendere, ed è arrivato puntualissimo, dopo pochi minuti eravamo finalmente, in viaggio per Meknes.
Il viaggio attraverso le campagne del Marocco è durato poco meno di 40 minuti, a Meknes, ad attenderci abbiamo trovato Eleonora, suo marito ed il mitico, ed è mitico veramente: Lolo!!!!


Ci hanno portati al Riad D'or, che Eleonora aveva gentilmente prenotato per noi, assicurandoci che era uno dei migliori Riad di tutto il Marocco, e che dire, me ne sono innamorata, ma a questo ci arriviamo dopo...
Io e Luca veniamo portati da Eleonora & Co alla nostra prossima destinazione: Volubilis.

Volubilis


Volubilis era abitata sin dal neolitico, subì poi l'influenza Cartaginese, fu poi regno Berbero ed infine venne romanizzata.
I sovrani di Volubilis furono Giuba II di Numidia e Cleopatra Selene, che probabilmente a parte il primo nome "Cleopatra" che fa riaffiorare alla mente reminescenze di ricordi scolastici, di per sè non può dirvi niente, ma, Cleopatra Selene, è figlia di 2 grandissimi personaggi storici, appunto Cleopatra ed Antonio.
Nel mentre, in macchina, abbiamo avuto il grandissimo piacere di conoscere meglio l'inarrestabile Lolo, un piccolo fagottino di simpatia, tutto da coccolare, e com'è intelligente!!!!
Eleonora e suo marito poi, sono stati veramente gentilissimi, ci hanno fatto da guida, ed erano sempre disponibile, come se ci conoscessimo da una vita, due persone squisite!
Volubilis dista circa 1 ora dal centro di Meknes, ma il marito di Eleonora ha deciso di fare all'andata, una strada panoramica, abbiamo così avuto modo di ammirare le immense distese di grano e alberi di melograno, bellissimo!
Volubilis, per noi appassionati di archeologia, è stata molto bella, e dopo la nostra mini vacanza a Paestum di qualche giorno fa, ci ha fatto uno strano effetto.
Colonne, mosaici e fontane, strade lastricate sulla quale si poteva, con un'pò di fantasia, immaginare donne e uomini con sandali e tuniche avviarsi al mercato, o andare verso casa.
Il tempo non era un granchè, ma è stata una fortuna, sole a picco e 40° non sarebbero stati di certo il massimo.
Andando via ci siamo fermati a comprare un piccolo fossile per Keira, che adora i "ninosauri" e fossili annessi.
Poi, dato che io e Luca eravamo parecchio stanchini, ci siamo fatti lasciare al Riad, dove, abbiamo avuto modo di salire in camera per la prima volta durante la giornata.
Il Riad D'or è un labirinto, in senso buono è, una miriade di terrazze, spazi relax, divanetti, piscina, salottini con divani enormi e comodissimi, uno dei Riad più belli del Marocco ha detto Eleonora, secondo me sicuramente il più bello!!!




Il personale è gentilissimo  e sempre disponibile, e la stanza, mi sono veramente innamorata della stanza viola, prima di entrare abbiamo ordinato una bottiglia di vino,


che ci è stato servito subito con abbondanti olive, e mentre sorseggiavamo, l'ottimo, ma veramente ottimo vino, ammiravamo la stanza.
Perfetta, ma così perfetta, che io mi sono comprata la stoffa del divano, dei cuscini e pure la coperta, per portere un pezzo di Riad D'or a casa mia ahahahah, un posto meraviglioso, e vi consiglio caldamente di andarci!
I prezzi poi sono buonissimi (e servono pure la birra ;) )....
Se il 18 era stato il mio compleanno, ora, il 19, toccava a quello di Luca, e così ci siamo fatti carini e siamo andati a cena, anche questa volta il ristorante era tutto nostro, il panorama era magnifico, la grande vetrata davanti al nostro tavolo ci permetteva di ammirare un tramonto spettacolare.

 
Il richiamo alla preghiera mi ha vista come al solito correre in terrazza con il cellulare alzato, come si fa a vivere senza il richiamo alla preghiera io non lo so proprio,
quella delle 4 del mattina è un'pò fastidiosa, ma questa volta il Muezzin era veramente bravo, non come quello di Marrakech, ogni volta che lo si sentiva samoidiare, circa 5 volte al giorno, sembrava che recitasse un poesia, quasi cantando, con il cuore, a Marrakech invece, non me ne voglia il Muezzin della mosche accanto alla maison bahia (che tanto non leggerà mai questo post)  sembrava che stesse facendo un urlo a metà tra la danza maori e una dichiarazione di guerra, mancava solo la sirena dell'antiaerea ed ereavamo appossto....


4 commenti:

  1. che viaggio da sogno! grazie per averlo condiviso con noi! le foto sono bellissime e il tuo racconto davvero suggestivo!

    RispondiElimina
  2. Shami che bello questo racconto, un'avventura fantastica! e poi hai visto com'è bello e buono Lolo? anche se ormai è passato un anno ancora ripenso alla dolcezza di quel bimbo. Ele poi è splendida e sono sicura che vi siete divertite tantissimo, bacioni!

    RispondiElimina
  3. Volubilis ha incantato anche me! Un viaggio sicuramente indimenticabile....
    Un abbraccio
    Tiziana

    RispondiElimina
  4. Bellissimi paesaggi e magiche foto!
    complimenti

    xoxo

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails