L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

domenica 18 settembre 2011

L'ostrica e la sua Perla

Nell'itinerario di cose da non perdere a Barcelona mi ero segnata anche un locale "41°", il locale in questione è dei Fratelli Adrià, ed oltre ovviamente alla speranza di incontrare Ferran, avevo la speranza di assaggiare qualcosa.
In realtà avevo puntato 2 piatti in particolare, 2 antipasti, il primo "ostriche con caviale e salsa ponzu" il secondo "l'ostrica e la sua perla" che come titolo mi spiazzò un'pò, perchè essendo abbastanza arrugginita in spagnolo non capivo bene se la perla era vera o meno...
Poi l'ho capito, ed ho modificato la ricetta a mio piacimento, perchè come dice Luca, il mio fidanzato, le ostriche son buone al naturale, quindi ho eliminato dalla ricetta originale fogli di colla di pesce, grasso di prosciutto e simile e mi son dedicata alla perla...
Ho una gran passione per le perle, se poi in questo caso servono a far diventare un ostrica una piccola opera d'arte, tanto meglio, no?
Non potete immaginare come sta bene un ostrica con il restrogusto affumicato!!!
E non potete immaginare quanto ero soddisfatta dopo essere riuscita ad affumicare l'acqua...
Questa ricetta è semplicissima, ovviamente è la mia versione!!!

Ingredienti per le perle:

argento

acqua

sale affumicato danese

1 rametto di salvia secca

In un pentolino mettete l'acqua con poco sale, fate sciogliere il sale a fuoco basso e fate raffreddare.
In una pentola abbastanza grande mettete il pentolino con l'acqua e a fianco un vassoino di stagnola, date fuoco alla salvia, adagiatela sulla stagnola, spegnete la fiamma e chiudete la pentola, nel giro di 10 minuti l'affumicatura sarà già notevole, non è un fantastico modo per affumicare le cose?
Bene, il più è fatto, per ogni 200 ml di acqua aggiungete 2 g di alginato, e create una soluzione di acqua e cloruro, poi aggiungete l'argento all'acqua e alginato e frullate con il minipimer, prelevate il liquido con una grande siringa e fatelo gocciolare nella soluzione di cloruro.
Servite subito sopra le ostriche!!!

5 commenti:

  1. complimenti, sembra un laboratorio di chimica, ciao

    RispondiElimina
  2. Assolutamente singolare, pensi sia un metodo applicabile a svariati ingredienti?? Io ho sempre affumicato con i trucioli, questa possibilità è a dir poco affascinante!

    RispondiElimina
  3. @Flavio:grazie!!
    Baci!!!

    @Max:Grazie 1000!!!!

    @Le pellegrine Artrusi:Seee, macchè genio!!!
    Grazie 1000!!!
    Un gran bacio!!!

    @Fabiana: Non ho ben capito se ti riferisci alle cose da ffumicare o alle cose con cui affumicare, comunque, posso rimandarti a dei miei post precedendti, dove spiego come utilizzare il forno per affumicare grandi quantità, in particolare al post del salmone affumicato e del maialino affumicato.
    Puoi affumicare di tutto, io l'altro giorno ho affumicato fontina e parmigiano, e posso assicurarti che erano divini...
    Riguardo alle cose con cui affumicare, bhè, c'è solo l'imbarazzo della scelta: il ramoscello di salvia, le foglie di alloro, il rosmarino, il timo, le foglie dell'aglio, qualsiasi spezia seccao semi secca, legno di fico, di olivo, di mango, fiori di aneto, con il legno di betulla invece puoi ottenere un piacevole aroma vanigliato, ottimo per affumicare le cose più dolci come verdure o pomodorini, io ho affumicato anche il sale...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails