L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

martedì 4 maggio 2010

Spaghetti alla pirata

Adoro i Pirati, e il lato romantico e poetico delle loro storie,
anche se poi in realtà di poetico al tempo c'era poco, e di romantico forse c'era solo il fatto di stare in mezzo al mare sotto le stelle (sperando di non incontrare una tempesta, o la compagnia delle indie XD).
Presa da questo spassionato amore per i pirati, per i Caraibi, il Rum, la Vaniglia e Johnny Depp nelle vesti di Jack Sparrow, tempo fa mi sono imbarcata in una nuova impresa, e questa volta, restando in tema è proprio il caso di dire "imbarcata" anche se poi il mare in cui navigo non è propriamente l'oceano ma la rete di internet...

Forse non sapete che i Pirati sono stati i precursori di una cucina multiculturale, abituati al buon rum di certo non si lasciavano sfuggire le specialità culinarie che le colonie multietniche caraibiche avevano da offrire, e così. un'pò in qua ed un'pò in la, curiosando tra Martinica ed Haiti, fondevano la cucina Inglese con quella Francese, usando ingredienti originari del luogo.
Potremmo quasi dire che sono stati i precursori della cucina Creola che amo tanto..
E veri buon gustai dato che i loro classico modo di cuocere carne e pesce era infilzare tutto in lunghi spiedi per poi cuocere alla brace.

Volete sapere un'altra curiosità?
Il termine "bucaniere" deriva da "bucan" il metodo aborigeno che adottarono i coloni per arrostire la carne, consisteva nel posizionare la carne sopra delle griglie e cuocerla mediante l'uso di legna ardente posizionata sotto di essa.



Ingredienti:
200 gr di spaghetti
3 pomodori freschi
una manciata di olive nere snocciolate
2 spicchi d'aglio
3 acciughe sott'olio
olio d'oliva
10 gr di burro
1 peperoncino
basilico e prezzemolo freschi
parmigiano da grattugiare.

In una padella fate sciogliere il burro con l'olio, dopo di che fate soffriggere l'aglio le acciughe ed il peperoncino, schiacciate l'aglio con una forchetta quando sarà dorato, spegnete il fuoco, passate attraverso un colino (le acciughe si saranno sciolte, se filtrate il tutto evitate le lische).
Unite all'olio ed il burro insaporiti e ben filtrati i pomodori a tocchetti, salate e cuocete per una decina di minuti.
Intanto lessate la pasta in acqua salata.
Unite ai pomodori le olive il basilico ed il prezzemolo.
Quano la pasta è pronta scolatela, unitela al condimento, servite nei piatti e spolverate con abbondante parmigiano.
Una delizia!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails