L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 4 aprile 2014

Giardini di Marzo

Oggi ho poco o niente da raccontarvi, ma giusto perchè Fabrizio, il compagno della mamma del mio ragazzo, ci ha fatto un bellissimo regalo di compleanno: ci ha regalato un volo per Cracovia!
Io son già qui che mi mangio le mani perchè non ho una lira in questo periodo e già so che lascerò il cuore tra le bancarelle del mercatino delle pulci, perchè se partirò con 50€ sarà già una gran fortuna, però, già che ci sono, qualcuno di voi è mai stato a Cracovia????

Giardini di Marzo



Sarò sincera, io questo dessert non l'ho neanche assaggiato, in verità l'ho assaggiato solo in parte, il biscotto alla base, paradisiaco, ed il ripieno, davvero delicato!
L'idea mi è venuta pensando al cheesecake,  La torta al formaggio tradizionale con base di biscotti
La mousse sopra, una volta finita, non l'ho assaggiata, perchè io adoro il latte di cocco, ma la polpa assolutamente no, non sopporto la consistenza.
Perciò mi sono limitata alla parte senza scagliette di cocco.
Non so, forse gli abbinamente sono un'pò azzardati, ma volevo assolutamente provarli, perchè un giorno mi sono svegliata con questa idea che mi frullava per la testa, un dessert che profuma di rosa a base di pistacchio, tè ai frutti rossi, cocco e cioccolato fondente.
Adesso sarete li a chiedervi: ma 'ndo sta il cioccolato fondente?
Giustamente, avete ragione, non ci sta, o meglio, si come sapore ci sta, ma siccome mi sono accorta all'ultimo che non avevo il cacao per la glassa, allora, la glassa non ci sta, ma potete aggiungerla tranquillamente!
Sono orgogliosissima di presentarvi la mia nuova ricetta, tutta farina del mio sacco!
Cosa?
Come faccio a dirvi che è buona se non ho assaggiato la mousse?
Ah bhè, potrei spiegarvelo, ma basta dire che sei colombine sono "volate" via in pochi minuti...
L'ho chiamato "Giardini di Marzo", immaginando una colomba tra i primi boccioli estivi, appollaiata sui rami ricoperti da candidi fiorellini bianchi e rosa, disseminati di piccole foglioline verde smeraldo, vere e proprie gemme.
Ed il sole dorato che filtra tra i rami; questo dessert mi ricorda la primavera, la speranza, la nuova vita che si prospetta davanti a noi, una nuova stagione...

Base di biscotto al Pistacchio
 

300 g di farina100 g di crema di Pistacchio Sciara
50 g di burro freddo a cubetti
80 g di zucchero
1 uovo grande
1 tuorlo
20 ml di olio alla rosa Marina Colonna
5 g di lievito

Unite tutto nel robot a lame e frullate fino ad ottenere un impasto liscio.
Disponete l'impasto sul fondo dello stampo a forma di colombine Silikomart, aiutandovi con le dita stendetelo per bene.
Infornate in forno già caldo a 180° per circa 15 minuti.

Il consiglio: Questi biscotti sono così buoni che ve li consiglio anche così, al naturale, sembrano usciti da una pasticceria, e spalmati con un velo di marmellata ai lamponi sono ancora più buoni!  

Per il ripieno di tè ai frutti rossi

tè nero ai frutti rossi 300 ml 
25 g di zucchero
 3 g di agar agar


Preparate il tè nero ai frutti rossi, zuccheratelo unitel'agar agar mescolate, versate in un contenitore rivestito con della pellicola..
Fate raffreddare e tagliate a rettangoli.


 Per la Mousse al Cocco


8 g di colla di pesce
100 gr. di farina di cocco
220 gi di latte di cocco
200 gr. di panna fresca
50 gr. di zucchero


Unite il latte di cocco alla farina, fate reidratare per bene la farina, lasciando riposare il composto in frigorifero per almeno 1 ora.
Trascorso il tempo di riposo sciogliete la colla di pesce precedentemente ammollata in un pentolino ed unitela al composto di latte e farina di cocco.
Montate a parte la panna con lo zucchero.
Unite la panna montata al composto.

Componiamo il dessert


Lasciate il biscotto sul fondo dello stampo (mi raccomando che sia ben freddo).
Adagiate sopra al biscotto un rettangolo di gel al tè e frutti rossi.
Coprite con la mousse.
Trasferite nel congelatore per far rapprendere più velocemente.


Una volta sformate le colombine potete glassarle con del cioccolato o lasciarle bianche.
Le mie le ho spolverate con granella di pistacchio, e le ho decorate con pagliuzze di foglia d'oro Berta Battiloro, roselline e fiore di glassa.


3 commenti:

  1. Mi piace davvero tanto questa tua ricetta...davvero originale.......!!!!Anche io non amo la farina di cocco in scaglie......ma secondo me lavorandoci sopra si potrebbe fare anche con solo latte di cocco no??!!Pensiamoci su.....un bacione...Micol

    RispondiElimina
  2. Carinissime!!!
    Cracovia mi manca mi dispiace!

    RispondiElimina
  3. bellissima!!
    decorazioni delicate e raffinate :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails