L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

venerdì 16 dicembre 2011

La Granchiata


Ho preparato questo piatto per la prima volta a casa della mia amica Veronica, e non avevo la più pallida idea di come si cucinasse un granchio così grosso, quindi mi sono buttata, ed alla fine non è andata per niente male.
Succedeva molto tempo fa, io e Luca uscivamo da poco, e quella sera mi venne a prendere a casa di Veronica e prese l'ultima forchettata di pasta avanzata, ed io mi domandavo com'era possibile che un esperimento bello e buono fosse così irresistibile!

Veronica chiama quella sera "La Granchiata" quindi è così che ho deciso di chiamare questo piatto....

Ingredienti:
olio d'oliva q.b
1 granciporro da circa g 500
2 spicchi d'aglio
1 peperoncino
1 mazzetto di prezzemolo
sale e pepe q.b
capesante g 200
vino bianco q.b

Fate bollire il granchio in acqua salata, poi scolatelo, sgusciatelo e mettete la polpa da parte.
In una padella fate soffriggere l'aglio tritato finissimo ed il peperoncino nell'olio, unite quindi le capesante tagliate grossolanamente, sfumate con il vino, unite anche la polpa di granchio ed il prezzemolo tritato fine.
Salate e pepate.

Intanto lessate in abbondante acqua salata gli spaghetti, scolateli al dente e salatateli nella padella con il sughino di granchio, ultimate con un filo a crudo di ottimo olio extra vergine d'oliva e servite!


la foto della mia prima "Granchiata":


3 commenti:

  1. Piatto ricco ^_^ inserisco!
    Grazie, buona giornata
    Sonia

    RispondiElimina
  2. Ciao sono Teo.
    Stupenda la tua ricetta. Complimenti! Ma il granchio era surgelato o vivo? Nel caso di vivo come hai proceduto? Mi ha sempre un pò bloccato il fatto di cucinarlo vivo ; - )

    Ciao ciao e grazie

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails