L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

giovedì 8 gennaio 2015

Sushi all'Italiana

Adoro il periodo che precede le feste Natalizie, con le luci che spuntano ovunque come funghi, e vedere le persone che tolgono quelle splendide lucine, anche se le feste son passate, mi mette sempre parecchia tristezza.
Mia mamma dice che le uci sono così belle perchè durano poco, ma le aspettiamo per tanto tempo, e che se durassero di più, e se l'attesa fosse più breve, non ci piacerebbero così tanto.
Non saprei darle una risposta, non saprei dire cosa ne pensano gli altri, so solo che una stanza, una casa, una strada senza luci colorate mi sembra triste e sola, spoglia e fredda, ed anche se il riporre le luminare nel cassetto, significa che le giornate dureranno pian piano di più, e che il freddo Dicembre è ormai alle spalle, anche se davanti a noi abbiamo la promessa di una nuova primavera e l'aria si fa frizzante, io sento più freddo che mai se non ci sono le luci.
Forse è per questo che in camera mia le tengo tutto l'anno, con la stella di cartone intagliato appesa al letto, piccole lucine, grandic ome lucciole, che avvolgono il mio letto a baldacchino, ed illuminano di oro il freddo metallo argentato, forse è per questo che amo le cose che brillano, le cose che si illuminano al buio, amo le stelle, le lucciole e lo specchiarsi della luna nelle onde del mare, che rimandano la sua luce riflessa in mille pezzi, come se a cadere sulla terra non fosse un raggio di luna ma un oceano di brillantini.

Oggi voglio deliziarvi, o almeno voglio provarci, con una nuova ricetta,che ho ideato con il mio ragazzo durante il nostro ultimo viaggio all'Isola D'Elba, e siccome mica potevamo andare avanti a spiedini di pesce e verdure grigliate, ci siamo portati dietro, nella nostra casina all'Elba intendo, un sacco di gamberetti, scampi, cozze, vongole e salmone, ostriche ed una marea di altre cosine, ovvio che, complice il freddo e la voglia di cucinare, abbiamo avuto il tempo pre creare mille cosine, e così, mentre le persone si preparavano al cenone del 31 dicembre con le classiche tartine al salmone affumicato, noi eravamo all'Elba ad inventare nuove ricette in cui infilare il salmone affumicato, ad esempio, avete mai provato ad insaporire una tartare con del salmone affumicato?....

Sushi all'Italiana 

 


6 paccheri al nero di seppia
250 g di salmone fresco
500 g di salmone affumicato 

1 cetriolo
salsa di soia
olio extra vergine d'oliva
sale e pepe q.b
succo di mezzo limone  

 

Spellate e deliscate il salmone fresco, tagliatelo a cubetti molto piccoli.
Cuocete i paccheri in abbondante acqua bollente, una volta cotti scolateli e lasciateli raffreddare, avendo cura di disporli in piedi su un panno pulito.
Condite la tartare di salmone ottenuta con olio, sale, pepe ed il succo di limone.
Intanto dividete a metà il vostro salmone affumicato, tritate molto finemente la prima metà ed unitela alla tartare, mescolate per bene e lasciate riposare.


Intanto schiacciate con l'aiuto di un mattarello leggermente oliato, il salmone rimasto, disponetelo su della carta da forno e cuocete, in forno preriscaldato a 200° opzione grill fino a che il salmone non risulterà croccante e brunito, ci vorranno circa 7 ,imuti, quindi sfornate, lasciate raffreddare e tritate finemente.
Pelate il cetriolo e ricavate dei piccoli bastoncini da disporre al centro dei baccheri.
Spolverate con abbondante grandella di salmone croccante la vostra tartare, con la quale andrete delicatamente a riempire i paccheri, disponete al centro un bastoncino di cetriolo e servite, spolverando con granella di salmone e decorate a piacere con cubetti di cetriolo. 

 

 

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails