L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

sabato 5 gennaio 2013

Luna al pistacchio

E dopo la Luna blu ecco la Luna Verde, mia personalissima invenzione di un dessert al pistacchio, gianduia e cioccolato bianco.

E posto che vai, luna che trovi, quante ne abbiamo sentite sulla Luna?
La notte di 5 anni fa, per precisione la notte del 4 agosto, quando mia mamma mi ha accompagnata in ospedale per partorire, mi son sentita dire, che per via della luna piena, quella notte non sapevano dove mettere le donne in fase di travaglio.
La luna veramente controlla le nascite?
C'è chi, come me del resto, continua a tagliarsi i capelli in luna crescente, convinto che così cresceranno più in fretta, se poi chiedete ad un agente di New York vi dirà che con la luna piena ne succedono di tutti i colori, e che i rapinatori si danno da fare più del solito, che la leggenda della luna piena che risveglia il lupo mannaro non sia poi così tanto leggenda?

Il dessert che vi presento oggi l'ho ideato per un pranzo speciale, quello che si è tenuto poche ore fa in casa mia, per il compleanno di mia mamma, e siccome mi ricordava la luna, ho deciso di chiamarlo "Luna al Pistacchio", che altro non è che un guscio di cioccolato bianco e pistacchio che racchiude una mousse al giandiua ed un croccante al pistacchio, il tutto, servito con una crema fredda al pistacchio alla base della sfera.

Luna al Pistacchio



Per le sfere


250 g di cioccolato bianco
1 cucchiaio di pasta al pistacchio 

Fate fondere il cioccolato bianco unite un cucchiao di pasta al pistacchio e mescolate leggermente, per ottenre un effetto "variegato".
Disponete il cioccolato nello stampo a forma di semisfera in silicone e lasciate in frigorifero a solidificare, ripetete l'operazione più volte se necessario, fino ad avere un guscio leggermente spesso e omogeneo.


Per la mousse di gianduia



1 foglio e mezzo di colla di pesce
500 me di panna fresca
250 ml di latte
380 g di gianduia




Fate fondere il cioccolato nel microonde, intanto scaldate il latte e mettete la colla di pesce in acqua fredda.
Montate la panna.
Quando il latte sarà caldo unite la colla di pesce, togliete dal fuoco e mescolate, unite al latte il gianduia fuso, e mescolate con le fruste.
Fate intiepidire.
Unite questo composto alla panna montata, mescolando con delicatezza con una spatola, dal basso verso l'alto, per non smontare, lasciate in frigorifero a solidificare.

Croccante al pistacchio


 100 g di pistacchi non salati
zucchero q.b

In un pentolino fate fondere lo zucchero, quindi unite i pistacchi leggermente scaldati in una padellina, colate il caramello ottenuto su un foglio di carta da forno, tritate grossolanamente e tenete da parte.

Per la crema di pistacchio

Nel mixer unite

100 g di pistacchi non salati senza pellicina
1 cucchiaino di zucchero a velo
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaio di panna
1 cucchiaio di acqua

Frullate fino ad ottenre una purea omogenea e abbastanza liquida.

Assembliamo il dessert


A parte fate fondere qualche cubetto di cioccolata bianca.
Disponete una puntina di cioccolato fuso alla base di ogni piatto, sulla quale adagerete metà sfera.
Riempite la sfera con la mousse al gianduia, ultimate spolverando con il crocante di pistacchio, fate cadere qualche goccia di cioccolato sui bordi della mezza sfera e poggiatevi l'altra sopra, fate aderire bene e togliete quella in eccesso.
Alla base del piatto disponete la crema fredda al pistacchio.
Decorate con una foglia d'oro.
Io uso le foglie d'oro Battiloro.






questo dessert è stato realizzato con uno stampo silikomart

3 commenti:

  1. sono senza parole. che meraviglia.!!!
    ma mi mancano le sfere....
    complimenti!! mi meravigli sempre.

    RispondiElimina
  2. Wow! Spettacolare! Sembra complicata ma con applicazione e pazienza ci posso provare pure io che sono una schiappa coi dolci :D

    RispondiElimina
  3. Io amo la luna, amo i gatti...e soprattutto amo i tuoi dolci! Anzi, le tue opere d'arte. Ma come fai? E saranno anche una goduria per il palato! Ti faccio i miei più sinceri complimenti, ogni tua ricetta è un capolavoro.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails