L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

domenica 6 gennaio 2013

Del vino e Della Cantina dei Dogi

In Vino Veritas
(In Vodka Figuriamocis)

Uva ed olive secondo me sono magici frutti della terra, da cui si ottengono due magiche pozioni, Vino ed Olio.
Il vino è una delle bevande più bevute ed apprezzate al mondo, basta nominare la parola "Chianti" ed a chiunque viene subito in mente il vino, ed è anche una delle più longeve, pensate che, gli Egiziani, loro si che ne sapevano una più del diavolo, si erano dati alla coltivazione dell'uva per ottenere il vino già 5000 anni fa, e le testimonianze sono arrivate a noi sotto forma di dipinti rinvenuti nei palazzi, e non solo, sono state infatti ritrovate delle anfore, perfettamente etichettate, con su scritto origine e caratteristiche del vino contenuto, e così 5000 anni prima della normativa Europea che impone di scrivere la provenienza sulla confezione di un prodotto, c'erano gli Egiziani che lo facevano già...
Il vino veniva suddiviso in diverse categorie, rinchiuso nelle anfore, ed etichettato con tanto di annata.
Ora, uno schiavo che si presenta alla taverna e si gusta un calice di vino rimirando la sua opera giornaliera (lo spostamento di qualche metro di un masso per cotruire la piramide) non ce lo vedo, probabilmente era una bevanda da persone benestanti, arricchita magari con del miele e servita per accompagnare la frutta secca, o magari per accompagnare o consolare la famigerata "faraona".
Già me la vedo Cleopatra, con il suo succinto vestito bianco e la parrucca nera, tutta truccata, con un calice di vino in mano, ad interpretare un'antica e primordiale versione di Desperate Housewives, in compagnia delle sue ancelle, a sparlare degli uomini.
Ma le prime tracce di un vitigno in piena regola risalgono a ben prima, a ben 7500 anni fa, e sapete dove era coltivata?
In Iran!
Una bevanda magica, quasi da rendere sacra, non a caso in chiesa, anche oggi, il vino è "il sangue di Cristo", ed è citato più volte nella Bibbia.
L'episodio più conosciuto, e quello che, nella classifica dei desideri degli uomini è quasi sempre al primo posto: Le nozze di Cana, bhè, chi non avrebbe voluto esser presente per vedere l'acqua tramutarsi in vino?
Ed il vino effettivamente è stata una bevanda magica, perchè è stato considerato un medicinale ed una bevanda degli Dei, ma la magia più grande che riusciva a fare, era riunire tutti a tavola, con un buon pasto, ed un bicchiere, ottenendo la felicità generale, dopo tutto non è forse vero che "un bicchiere di vino con un panino" fanno la felicità?
Definito un vero e proprio collante sociale, il vino passa da bevanda da taverna a pozione afrodisiaca, e più costoso e brioso era, più si presumeva che la donna fosse pronta a tubare come una tortora in amore.
Il vino poi è diventato un grande attore, con l'avvento dei film sui vampiri, gli attori non facevano altro che farsi riempire i bicchieri di rosso vino, per poi dire davanti alla cinepresa quanto fosse buono quel sangue fresco.
Che il vino poi, fa buon sangue non è nuova, ce lo dicevano sempre, quando eravamo piccoli "il vino fa buon sangue.
Sentivamo dire ai telegiornali " un bicchiere di vino rosso pasteggiando fa bene al cuore", lo dicevano i signori anziani intervistati nei loro paesi " il segreto per arrivare a 100 anni?Aria pulita e buon vino, io lo so, ne ho 103!", adesso, a dirci che il vino fa buon sangue, ci pensano gli scienziati, infatti, che il vino faccia bene, ormai è provato, un bicchiere di vino, meglio se rosso, fa bene al cuore ed alla circolazione.
E' infatti grazie a delle sostanze che si trovano nella buccia e nel seme del chicco d'uva, che il vino ha queste straordinarie capacità, le sostanze in questione, agiscono da da vasodilattori.
Anni fa c'erano i vinai, mi ricordo che mio nonno andava sempre dal vinaio a prendere il vino, questa stanza grande, piena di botti di legno, prima ancora lo si andava a prendere dal contadino, adesso il vino lo si può ordinare comodamente seduti sulla poltrona di casa, senza fare un passo.
Adesso ci sono le enoteche online, che sono davvero una gran cosa.
E quando si parla di vendita di vino on line si parla dell'enoteca "Le cantine dei Dogi", un'azienda a conduzione familiare,che dal 2010 effettua vendite anche on line.
La cura del cliente viene prima di tutto, e la qualità dei vini è eccellente, non solo, acquistando presso Le Cantine dei Dogi, si ha la possibilità di acquistare dei vini introvabili, prodotti da aziende che vendono solo attraverso Le Cantine dei Dogi.
Potrete trovare vini Veneti, Piemontesi, Toscani, ma anche Pugliesi, e molti altri!
L'enoteca infatti offre una vastissima scelta, troverete vini sfusi Veneti e Friulani, ma non solo, pensate che ci sono anche etichette internazionali, magari anche a voi, come a me, vi è capitato di innamorarvi di un vino durante un viaggio, ed adesso lo state cercando disperatamente, bè, sul sito de La Cantina dei Dogi potreste trovarlo!
Ci sono poi i cofanetti in legno, perfetti per fare un regalo magnifico a vostro marito, amante dl vino, o per conquistare la vostra Lady che ama le bollicine.
Insieme a distillati, olio, aceti tradizionali e balsamici!
Mieli e confetture, e molto altro ancora!
Un vino assolutamente imperdibile?
Il Verduzzo Dorato, un vino fantastico, perfetto anche come regalo, sul sito trovate infatti anche confezioni regalo, farete un figurone!




Verduzzo Dorato vivace 2011 IGT Ornella Bellia

l'Azienda: Ornella Bellia
Area di coltivazione: Veneto Orientale.
Varietà: Verduzzo dorato 100%.
Tipo di terreno: medio impasto tendente all'argilloso.
Macerazione: leggera macerazione in buccia e fermentazione.
Colore: giallo dorato più o meno intenso, talvolta ambrato.
Aromi: il profumo fine e gradevole, richiama i fiori di acacia.
Gusto: sapore dolce, amabile e morbido.
Temperatura di servizio: 8-10° C.
Abbinamento: per la sua morbidezza è più un vino da fuori pasto.













Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails