L'arte è tutto ciò che nasce dal sogno, e plasmato dalle mani dell'uomo diventa realtà....

domenica 28 agosto 2011

Mini Cake



Variazione di Mini Cake, ricoperti di glassa al cioccolato fondente e decori in panna, la ricetta qui.

venerdì 26 agosto 2011

Zucchine al vapore al profumo di menta


I caldo si fa sentire, e parecchio, la voglia di cucinare è praticamente inesistente, o meglio, si fa viva verso sera quando cala il fresco, ma a pranzo di accendere i fornelli non ne parliamoneanche, a casa mia in questo momento, al 5° piano della periferia di Livorno, la temperatura sul terrzzo esterno all'ombra da almeno 6 ore è di 34°...
Stiamo lentamente cuocendo...
Quindi uno si arrangia come può...

Questa ricetta è semplicissima, si tratta di tagliare a rondelle le zucchine, salarle, cospargerle di foglie fresche di menta o nepitella e cuocerle al vapore.
Si servono fredde e sono buonissime, ricettina facile facile estiva e rinfrescante!!

giovedì 25 agosto 2011

La nostra gita al Gallorose




Il Gallorose è un parco faunistico in toscana con un sacco di animali, ci sono i fenicotteri, i procioni, le volpi, le scimmie, le linci... E' un posto belissimo, con tanta vegetazione, un'area per il pranzo, cucina casalinga, dove si mangia benissimo, in più è posssibilie far scorta di uova di struzzo e piume di pavone!!! Keira si è divertita moltissimo tra tutti quei piccoli animaletti, il suo preferito è la zebra!!
Una giornata che di certo non dimenticheremo facilmente, le scimmie sono delle cosette pelose veramente confusionarie, ed adorano fare i dispetti, quindi, se ci andate girate alla larga...
I fenicotteri, bhè, io adoro i fenicotteri rosa, e questa volta sono anche riuscita a portarmi a casa una piuma rosa volata fuori dal recinto...
L'animaletto che mi è piaciuto di più è stato senza dubbio il lemure rosso, è pelosissimo, ed il suo pelo è morbidissimo, come quello di un peluche, è lento e gentile.
Il mio bottino questa volta è stato un uovo di Nandù,
pensate che con un uovo solo, una volta arrivata a casa, ho fatto pan di spagna e crema per la farcitura, tra le altre cose erano anche deliziosi, il pan di spagna è venuto quasi bianco e Keira si è divertita a mettere a confronto le uova di nandù con quelle di gallina...

Cucina molecolare - La cottura in lavastoviglie - La carne


Carissimi lettori, ben ritrovati!
Quest'oggi parleremo ancora di cottura in lavastoviglie!!
Vi spiegherò come cuocere in lavastoviglie deliziosi bocconcini di carne, tenerissimi, per una cottura che assomiglia molto alla cottura al vapore, ma è ancora più scenografica e saporita.
Fino allo scorso post vi ho fatto vedere il risultato in barattolo, adesso che abbiamo imparato che per la cottura in lavastoviglie ci vuole il barattolo di vetro a chiusura ermetica, vi farò vedere le foto del risultato senza vetro.
Se l'argomento vi ha interssati almeno un'pò sappiate che sul mio libro ci sarà un capito che tratterà di cotture curiose, quelle che non conosce nessuno, quelle dimenticate, quelle riscoperte, con ricette molto interessanti...

Pollo alla crema di limone


Ingredienti per 4 persone
1 petto di pollo da 500 gr
1 limone
1 bichiere di vino bianco
1 presa di sale
1 cucchiaio di farina
1 bicchiere di brodo di pollo
1/2 dado
1 filo d'olio
1 spicchio d'aglio

In una padellina scaldate lolio, soffriggetevi l'aglio in camicia, appena è dorato schiacchiatelo con una forchetta ed eliminatelo, unite il dado, fatelo sciogliere, eliminate l'aglio, unite la farina e mescolate velocemente aiutandovi con un mestolo di legno.
Unite il brodo a filo, sempre mescolando, il succo di limone e fate addensare.
Appena la salsa velerà il cucchiaio aggiustate di sale e fate intiepidire.

Tagliate a striscioline il petto di pollo, mettetelo dentro il barattolo di vetro a chiusura ermetica, unite la salsa ottenuta, mescolate, chiudetee disponete il barattolo in lavastoviglie.
Lavaggio intensivo e poi pronto!!!

domenica 21 agosto 2011

Torta cuscino


Torta cuscino con corona
pan di spagna alla vaniglia farcito di crema pasticcera
decorazioni e copertura in pasta di zucchero
(da notare la coroncina mangiucchiata, non ho fatto in tempo a fare una foto che già pezzetti di coroncina erano in bocca alle bambine...)

sabato 20 agosto 2011

Cornucopia croccate con frutti di bosco e crema


Carissimi lettori, perdonate la foto, veramente orrenda...
Vi assicuro che la bontà di questo dessert è unica!!!
Lo si può realizzare in varie grandezze, e con creme aromatizzate, ma questa è sicuramente la più semplice e la più fresca.
Ricordo, che quando anni fa mia mamma andava a festeggiare S.Valentino, andava sempre al solito ristorante, e tutte le volte mi raccontava di questo dessert meraviglioso e semplicissimo, un grande piatto, una piccola cialda croccante a forma di conchiglia, farcita di crema pasticcera calda e fragoline...
Questa versione è forse più estiva, e davvero semplicissima, si tratta di arrotolare un foglio di pasta fillo, o filo, o phillo, non l'ho mai capito...
Spolverarlo con abbondante zucchero e cuocerlo in forno ben caldo per pochissimi minuti, quindi basterà adagiarlo su un piatto e farcirlo con crema pasticcera e frutti di bosco.

venerdì 19 agosto 2011

Mascarpone Home Made


Fare il mascarpone in casa è davvero semplicissimo, ed il risultato è fantastico!!!
Io ho usato tutto il mascarpone ottenuto per fare una crema di salmone affumicato da spalmare sopra ai crostini, deliziosa!!!

Ingredienti:

500 ml di panna fresca
1 cucchiaio di succo di limone bio

Mettete la panna in un pentolino, e cuocete a fuoco basso fino a che in superficie appariranno le prime bolle.
Appena inizierà a fare le prime bollicine versatevi il succo di limone, mescolate bene e fate addensare.
Una volta che la vostra panna fresca avrà preso la consistenza di quella da cucina a lunga conservazione potete togliere dal fuoco.
Fate raffreddare completamente e poi mettete la crema ottenuta in un asciughini di cotone pulitissimo, chiudete a mò di sacchettino e tenetelo sospeso sopra una ciotola in frigorifero per 24 ore, così facendo il liquido in eccesso colerà via.
Tutto qui, non c'è altro da fare, passate le 24 ore il mascarpone è prontissimo e gustosissimo!!!!

giovedì 18 agosto 2011

Cottura molecolare - La cottura in lavastoviglie - il pesce


Carissimi lettori, questa volta sarò brevissima, ho preso l'impegno di pubblicare ogni giovedì un post della mia rubrica di cucina molecolare ed eccomi qui.
Purtroppo non mi sento per niente bene, e questo è il motivo per cui sarò breve.
Nello scorso post abbiamo iniziato il capitolo delle cotture in lavastoviglie.
Abbiamo appreso che a bassa temperatura si possono cuocere le uova, oggi invece proveremo con la temperatura media e cuoceremo il pesce.
Il procedimento è semplicissimo, si tratta sempre di infilare tutti gli ingredienti dentro un barattolo di vetro a chiusura ermetica, per poi riporlo in lavastoviglie e toglierlo a fine lavaggio.

Straccetti di persico con verdure

1 filettino di persico
1 zucchina
1 cipolla
1 gambo di sedano
olio
sale limone
pomodorini ciliegini

Affettare sottilmente le verdure, metterle nel barattolo con gli straccetti di persico, salate, irrorate con limone ed olio, chiudete e cuocete in lavastoviglie.

martedì 16 agosto 2011

L'Amore per la cucina si nasconde in ogni ingrediente


Finalmente è arrivasto il caldo, io sto procedendo con i compiti delle vacanze, non che siano miei è, sono della piccola Keira, a fine anno all'asilo ci hanno dato un quadernone da riempire durante l'estate con ricordi, foto, cartoline, e dal momento che i bambini di 4 anni ancora non sanno scrivere, è compito dei genitori...
Solitamente sono molto più modesta di così, ma penso che stia venendo su un lavorino niente male!!!
Ci sono le foto di questa estate ed i disegni di Keira, ci sono i racconti dettati da lei e scritti dalla mamma che è rimasta anche lei un'pò bambina..
E così, (un incidente di percorso ha fatto si che la mamma sia stata costretta a fare una tappa obbligatoria al supermercato per comprare un nuovo quadernone, questa volta con le buste lucide..) il quaderno inizia con la nostra prima volta al cinema, la gita al parco con gli animali, un bagnetto speciale, la notte delle stelle cadenti...
Il tutto ovviamente completato da un turbinio di brillantini, caroncini, acquarelli e colla vinilica che ritrovo abitualmente sparsa per casa, colpa o merito di Keira...
Mancano ancora parecchie pagine da compilare, e le idee cominciano ad esaurirsi, le pagine destinate al viaggio in egitto sono sfumate, perchè il viaggio è annullato, o meglio, rimandato a data da destinarsi, visti tutti i casini che stanno capitando...
Lo so che non è obbligatorio finire tutte le pagine, ma ormai è una cosa che ho preso a cuore, sarà un bel ricordo che rimarrà alla piccola!!!

venerdì 12 agosto 2011

Sablè fondente di more

Tempo di more finalmente!!!
Adoro la marmellata di more, ma are, e la crostata, tempo fa ho fatto questi piccoli sablè, croccantissimi e gustosissimi, uno tira l'altro!!!
Credo che le more si sposino benissimo con il cioccolato fondente e con il cacao, provate un frozen yogurt con nutella e more, o meglio ancora, cioccolato fondente fuso e more di rovo, una delizia!!!



300 gr di farina

75 gr di fecola

120 gr di zucchero a velo

250 gr di burro morbido

1 albume

25 gr di cacao (metà amaro metà zuccherato)

8 more grandi.


Mescolate le polveri, unite il burro, le more tagliate fini ed il loro succo e l'albume, impastate bene e fate riposare per un ora in frigo. Trascorso il tempo stendete l'imapsto e ricavatane dei cerchi spessi 1 cm, che adagerete sulla teglia ricoperta di carta forno e farete cuocere in forno a 180° per circa 15 minuti.

Prima e dopo...






giovedì 11 agosto 2011

Cucina molecolare - La cottura in lavastoviglie - le Uova


Cari lettori, eccoci arrivati al 43° post della mia rubrica di cucina molecolare, sono davvero contenta per l'entusiasmo che mi avete dimostrato, e sinceramente, sapere che con il post di oggi, ne mancano meno di 10 alla conclusione, un'pò mi dispiace....


Oggi affronteremo un nuovo argomento, un qualcosa di alternativo, di molto alternativo, un argomento che tratterò molto più approfonditamente e con ricettine squisite sul mio libro, di prossima pubblicazione.
Oggi tratteremo della cottura in lavastoviglie.
In lavastoviglie?
E' si, è davvero semplice, ed economico, anche perchè non vi sto chiedendo di accendere la lavastoviglie per cucinare, vi sto dicendo che, quando avete la lavastoviglie pronta e state per accenderla, potete infilarci dentro un qualcosa, ovviamente con le dovute precauzioni, e potete cucinare con il minimo della fatica e con il massimo dei risultati, e poi, volete mettere lo stupore dei vostri ospiti quando vi vedranno servire in tavola qualcosa che non tirate fuori dal frigo, o dal forno, ma dalla lavastoviglie!!??
Quest'oggi inizieremo da una ricetta basilare, ma molto scenografica, parleremo delle uova.
Normalmente una lavastoviglie moderna ha 3 tipi di lavaggio, base, intensivo ed econimico, o comunque diverse temperature.
Detto questo, facendo due più due, più la temperatura è alta, più il lavaggio si fa intensivo, minore sarà il tempo di cottura.
E' quindi opportuno cuocere le uova o il pesce a basse temperature, la carne bianca o pesci con popa soda come il pesce spada ad alote temperature.

L'uovo alla coque in lavastoviglie

1 barattolo con chiusura ermetica
acqua
uova

Riempite il barattolo di acqua, immergetevi le uova, chiudete bene e mettete in lavastoviglie.
Azionate la lavastoviglie, ed a fine lavaggio avrete delle perfette uova alla coque!!!

martedì 9 agosto 2011

Crunchy Garlic Chicken, ovvero, il Pollo all'Aglio secondo Jamie Oliver

In questi giorni la mia piccolina è in vacanza con i nonni...
Ogni giorno puntualmente mi chiama e mi fa il resoconto della sua vacanza, ieri mi ha detto di aver conosciuto Ulisse, il delfino curioso di Oltremare, mi ha detto che i delfini sono belli, tutti celesti...
Oggi invece mi ha raccontato di Mirabilandia, della ruota panoramica e dello spettacolo delle macchine.
Mi manca la mia bambolina, ma, in sua assenza, mi sto dando parecchio da fare con le pulizie di casa e con tutti gli arretrati...
Avevo intenzione di prendermi questi pochi giorni come una vacanza, sapete no?
Usare la cucinail minimo indispensabile e ad qualsiasi ora mi venga in mente una ricetta decente, fare le ore piccole, andare al mare...
Invece giorni fa hanno investito mio nonno, ed anche oggi ero da lui ad aiutarlo, gli porto il pranzo, lo aiuto a pulire casa, povero nonnino, tutte a lui capitano...
Ve l'ho detto che i cinghiali hanno fatto razzia nell'orto di pomodori, meloni, angurie, zucchine e zucche???
Quindi in questi giorni, invece di andare al mare e dormire fino a tardi, mi sono ritrovata, animata da non si sa quale spirito, con una voglia di restaurare casa immensa...
Ho lucidato il pavimento di cotto, ho pulito tutti i mattoni, interni ed esterni, pulito vetri, specchi e finestre, trapiantato le piantine, avvelenato le bestiacce che ci vivevano dentro e lucidato le foglie.
Ho spazzato, strusciato, domani tinteggio, via, voglio vedere se mia mamma al ritorno dalle vacanze riconosce casa...



Qualche giorno fa ho anche ordinato un libro di Jamie Oliver, rimanendo particolarmente colpita dall'accuratezza della descrizione delle ricette, dalla semplicità, e dalle meravigliosissime foto.
Questa non è una ricetta contenuta nel libro, ma valeva la pena di scriverla.
E poi un bel pollo croccante d'estate con contorno di insalatina e pomodori è il massimo!!!!
La ricetta, come al solito, è stata leggermente modificata da me, ma, tra parentesi, troverete gli ingredienti della ricetta originale di Jamie:

1 petto di pollo
1 pezzo di schiacciata secca (6 craker)
un cucchiaio di burro (1 cucchiaino)
1 mazzetto di prezzemolo
1 spicchio d'aglio bello grosso
scorza grattugiata di 1 limone (di 1/2 limone)
1 uovo
farina
sale e pepe
Olio per friggere.

Pestate tutti gli ingredienti tranne il pollo ovviamente, la farina e l'uovo.
Potete anche frullarli, il risultato è identico.
Quindi passate il petto di pollo nella farina, poi nell'uovo sbattuto e poi nella panatura ottenuta, friggete in abbondante olio e gustate, è spettacolare!!!!

giovedì 4 agosto 2011

Cucina molecolare - Sferificazione - Perle di Agar Agar

Quest'oggi sarò breve, anzi, brevissima, sono indaffaratissima, alle prese con i preparativi della festa di compleanno della mia piccola...
4 anni, compleanno importante!!!
Ovviamente ha voluto un compleanno a tema, come tutti i compleanni, a tema "Rio" il nuovo film di animazione che vede come protagonista un pappagallo, a"semplificarmi" la vita c'è il fatto che il tempo a mia disposizione è praticamente nullo, che gli invitati sono triplicati appena sono tornata a casa con la spesa fatta ed il portafoglio vuoto, quindi mi sono dovuta arrangiare, direi che il riultato, o meglio, quello che ho ottenuto per ora è un risultato mooolto buono, ma vi dirò domenica, dato che il compleanno lo festeggeremo sabato.Ultimo post sulla sferificazione e sull'agar agar, la ricetta di oggi è semplicissima, ed il risultato è assicurato.
La ricetta di questo post è tratta dal Manuale di Cucina Molecolare di A. Cazor e C. Liénard, e viene proposta in maniera impeccabile dal blog "Fior di latte", e vi consiglio di darci un'occhiata, le foto sono di gran lunga meglio delle mie!!!!
Non soffermatevi solo su questa ricetta, Fior di Latte è un blog molto carino in tutti i suoi aspetti!!!!



Ingredienti:
1 gr di agar agar in polvere
50 gr di miele
50 ml di acqua
1 bicchiere di olio di semi

Mettete l'olio di semi nel frigorifero qualche ora prima di iniziare, oppure nel congelatore.
Fate sciogliere in un pentolino il miele nell'acqua, quando sarà completamente sciolto aggiungete l'agar agar e mescolando fate cuocere per circa 3 minuti.
Lasciate raffreddare, ci vorranno circa 10 minuti e quindi, con l'aiuto di una siringa senz'ago, prelevate questa soluzione e fate cadere delle goccie nel bicchiere con l'olio freddissimo.
i formeranno subito delle sfere, quindo prelevatele con un colino, passatele sotto l'acqua e servitele.
Si conservano tranquillamente in frigo per diverse ore, e sono ottime con i formaggi!!!!

Auguri Keira


Tanti auguri splendido Amore mio, 4 anni insieme, 4 anni di meraviglie e tenerezze, AUGURI KEIRA YAMILA, MIA DOLCE PICCOLINA X I TUOI 4 ANNI!!!!!!!!!!

martedì 2 agosto 2011

Raviolo croccante di Sgombro

Questo piatto io lo servo come secondo, tuttavia in porzione ridotta può trasformarsi in un bell'antipasto, è carino, innovativo, croccante e molto saporito, in più, è un piatto davvero poco costoso!!!!


Pasta filo o fillo o phillo (l'ho sentita chiamare in migliaia di modi)
polpa di sgombro freschissimo
burro
sale
nero di seppia

Spennellate il fondo del piatto con un velo di nero di seppia, create dei fagottini con la pasta filo, riempiteli con la polpa di sgombro a tocchetti, spolverate con del sale, spennellate i bordi del fagottino con del burro fuso, fate cuocere in forno fino a che i bordi saranno dorati.
Servire subito!!!

lunedì 1 agosto 2011

Muffin al alle more di rovo e cioccolato fondente

Primo giorno d'agosto, periodo di more!!
Periodo anche di meloni e angurie, peccato che i cinghiali abbiano fatto irruzione nel mio pezzo di terra mangiando ed estirpando tutto quello che mio nonno aveva piantato...
Limitiamoci quindi ai muffin alle more e tralasciamo il carpaccio di melone rimandandolo...
I muffin alle more e cioccolato fondente sono deliziosi!!!


Mi sono ritrovata tra le mani un cestino di more, ma siccome per fare la marmellata erano troppo poche, ho deciso di farci dei muffin, che, come una cittadina dell'immaginario quartiere wisteria lane, ho pensato bene di portare ai nuovi vicini.
Ieri pomeriggio poi, con il mio ragazzo, siamo andati a fare more, oltre che a fare la spesa, a preparare sushi e sashimi per la sera, comprare i pennelli per finire la piscina, vi ho mai detto che Luca sta costruendo una piscina?
Ad ogni modo, della piscina vi parlerò quando sarà finita, ieri pomeriggio siamo andati a fare more sulla strada di casa sua, però non erano tantissime, quindi pensavo che, una volta a casa avrei fatto altri muffin, invece poi, un suo vicino ci ha fatto entrare a casa sua, abbiamo attraversato l'orto con dei magnifici pomodori e ci siamo ritrovati davanti ad una distesa di more grandi e succose, lucide e nere, peccato che il tempo rimasto a nostra disposizione ormai era poco, abbiamo pcomunque riempito un cestino, abbiamo raccolto tantissime more dolcissime, davvero tante, non abbastanza per fare la marmellata, ma forse perche dato che a me, fare la marmellata di more risulta difficile (odio passarla per togliere i semini) la faccio solo quando mi ritrovo tra le mani quantità industriali di more, così, mi levo il pensiero in una volta sola.
Tuttavia io e Luca abbiamo deciso di preparare una bella scorta di liquore alle more per quest'inverno.




Muffin alle More di Rovo e cioccolato fondente



4 uova
2oo gr di farina
200 gr di zucchero
8 cucchiai di panna
1 bustina di lievito
2 tazze di more
300 gr di cioccolato fondente
500 ml di panna fresca
zucchero a velo

Montate le uova con lo zucchero, quando avrete ottenuto uno zabaione spumoso e bianco unite la farina ed il lievito, quindi 8 cucchiai di panna fresca.
Mescolate ancora con le fruste.
Abbandonate le fruste e unite all'impasto una tazza di more, se sono troppo grandi tagliatele a metà, unite quindi la cioccolata fondente tagliata a tocchetti.
Mescolate ed infornate per circa 15 minuti.
Intanto schiacciate con una forchetta le more rimanenti, unite qualche cucchiaio di zucchero a velo e mescolate bene fino a che otterete una soluzione cremosa e bella viola.
Montate la panna, appena la panna sarà montata aggiungete le more schiacciate, mescolate bene, attendete che i muffin si siano raffreddati e guarniteli con questa panna alle more.
Ultimate con una mora sopra lo spumino di panna.

Muffin realizzati con lo stampo per Muffin Guardini.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails